Cronaca Vicolo Guerrieri

Inciviltà e degrado regnano sovrani in via Guerrieri, toilette a cielo aperto

Le scritte vandaliche tappezzano le pareti. Le erbacce crescono ai bordo delle antiche basole. I residenti sono esasperati

BRINDISI – E’ una strada dimenticata, via Guerrieri. Uno degli scorci più suggestivi del centro storico è alla mercé degli incivili, che l’hanno trasformato in una toilette a cielo aperto. Delimitata da un lato dalle vecchie mura di tufo del palazzo dell’arcidiocesi e dall’altro da una schiera di abitazioni ottocentesche, via Guerrieri è una stradina lastricata di basole che prende il nome dal palazzo (palazzo Guerrieri appunto) che sorge all’incrocio con via Congregazione e via Dogana.

Le erbacce proliferano sul bordo della strade. Le pareti sono tappezzate di scritte con bombolette spray. La puzza di urina è insopportabile. Su entrambi i lati della strada c’è il segnale di divieto di sosta. Ma da quanto segnalato dai residenti, gli automobilisti se ne infischiano di tale divieto. E nelle ore notturne, a quanto pare, via Guerrieri diviene meta di persone dedite all’assunzione di sostanze stupefacenti. A partire dal prossimo mese di aprile, con la ripresa della stagione crocieristica, numerose comitive di turisti si immetteranno in via Guerrieri. Se non si farà qualcosa per ripristinare un minimo di decoro in quest'area, sarà pessimo il biglietto da visita della città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inciviltà e degrado regnano sovrani in via Guerrieri, toilette a cielo aperto

BrindisiReport è in caricamento