Spirale di furti a Cisternino: vertice con il prefetto Valenti

Stamani si è svolta una apposita seduta del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. Presente il sindaco

CISTERNINO - “Uno sforzo comune da parte di tutti: più controlli da parte delle forze dell’ordine e delle polizie municipali, aumento dei sistemi di videosorveglianza, miglioramento dell’illuminazione pubblica e più in generale delle cosiddette misure di difesa passiva, secondo il principio di sicurezza partecipata, ma anche una maggiore collaborazione dei cittadini  che con le loro segnalazioni possono rendere più efficace e tempestivo il lavoro delle Forze di polizia  ”. Questa la linea di intervento condivisa nella riunione tecnica di coordinamento interforze, tenutasi  nella mattinata odierna sulla situazione a Cisterrnino e presieduta dal prefetto Valerio Valenti, alla quale ha preso parte, oltre ai vertici delle forze dell’ordine,  il sindaco Luca Convertini.

E' stato analizzato, nel corso della riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza Pubblica,  il contesto generale dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio interessato territorio, fittamente abitato anche nelle contrade di campagna e parte importante della Valle d'Itria, con particolare riferimento ai furti in appartamenti e di auto, che  hanno destato particolare allarme sociale nella comunità locale. A tale proposito il sindaco Convertini "ha rappresentato la preoccupazione della popolazione locale per il verificarsi, negli ultimi tempi, di reiterati episodi  predatori, esprimendo la  piena disponibilità ad operare insieme alle forze dell’ordine, per il perseguimento dell’obiettivo comune di una serena qualità della vita della comunità".                              

Tra le decisioni prese al termine dell'incontro ci sono specifici servizi di controllo e di contrasto, anche con l’impiego del Reparto prevenzione crimine della Polizia di Stato, in alcuni ambiti territoriali ritenuti particolarmente  sensibili al  fenomeno dei reati predatori. "Nnel contempo - dice una nota della prefettura - è stata riaffermata e condivisa l’esigenza di  assicurare una piena collaborazione tra tutte le Istituzioni, nonchè la circolarità delle informazioni al fine di consentire una più efficace modulazione delle azioni,  sia sul piano della prevenzione che della  repressione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono certo che, da questo incontro, esce una rafforzata sinergia tra amministrazione locale e presidio dell’Arma sul territorio (Cisternino dipendende daklla compagnia di Fasano,ndr), che è il presupposto fondamentale per costruire sicurezza e fiducia nelle istituzioni. Manca ancora, e duole doverlo riscontrare, una completa, partecipata, tempestiva e sostanziale collaborazione da parte delle vittime che dovrebbero fornire agli organi di polizia ogni elemento informativo  utile allo sviluppo delle indagini”, ha detto affermato il prefetto Valerio Valenti, esprimendo l’intendimento di programmare, il prossimo mese, un incontro del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza Pubblica presso la sede del Comune di Cisternino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Ceglie Messapica. Al San Raffaele positiva una fisioterapista. Altri in quarantena

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Cinque nuovi casi in provincia di Brindisi, nessuna persona deceduta

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Triage casi sospetti senza struttura d'attesa: ambulanze bloccate

Torna su
BrindisiReport è in caricamento