rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Lsu, ancora niente stabilizzazione: "Subito un tavolo con Comune e Regione"

Le organizzazioni sindacali hanno esposto il problema al prefetto di Brindisi Annunziato Vardé nel corso di un incontro svoltosi ieri

BRINDISI – La mancata stabilizzazione di 240 Lsu (lavoratori socialmente utili) residenti nella provincia di Brindisi, di cui 80 impegnati nell’amministrazione comunale del capoluogo, è stata al centro di un incontro fra i rappresentanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil e il prefetto di Brindisi, Annunziato Vardé, che si è svolto ieri (19 gennaio). Contestualmente si è tenuto un sit in di protesta in piazza Santa Teresa. 

Le organizzazioni sindacali ricordano “che la Corte dei Conti ha imposto la stabilizzazione dei lavoratori Lsu e sino ad oggi le amministrazioni comunali non hanno realizzato i piani per la stabilizzazione di tutti i lavoratori”.

“Nell’attesa della realizzazione del suddetto percorso si temeva anche per la copertura economica per il 2017, tant’è vero che  la Regione Puglia  nelle more del ritardo della sottoscrizione della convezione – si legge ancora in una nota congiunta dei sindacati - ha deliberato per le spettanze di gennaio 2017 ai fini per   la continuità economica alle famiglie dei lavoratori e  assicurare le attività indispensabile per la comunità territoriale di appartenenza, sotto la direzione delle amministrazioni pubbliche”.

I sindacati hanno rimarcato al prefetto  “l’assenza del governo che sembra aver scaricato sulla Regione e sui Comuni non prevedendo risorse specifiche sulla soluzione lavorativa dei lavoratori Lsu”. Per questo si auspica “nell’immediato, un tavolo territoriale con i Sindaci e Regione per la realizzazioni dei piani di stabilizzazione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lsu, ancora niente stabilizzazione: "Subito un tavolo con Comune e Regione"

BrindisiReport è in caricamento