menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il Comune ha due piani per salvare Brindisi Multiservizi ed Energeko"

Le organizzazioni sindacali, dopo un'assemblea in piazza Matteotti, si sono incontrate con il vicesindaco Francesco Silvestre e l'assessore al ramo, ottenendo delle rassicurazioni

BRINDISI – “L’amministrazione comunale ha due piani di intervento per le partecipate e tutte e due prevedono il salvataggio dei posti di lavoro”. Questa è la rassicurazione fornita alle organizzazioni sindacali dal vicesindaco di Brindisi, Francesco Silvestre, nel corso di un incontro sul futuro della Brindisi Multiservizi e della Energeko che stamani si è svolto presso la sala Mario marino Guadalupi di Palazzo di Città. L’incontro è stato preceduto da un’assemblea dei lavoratori della Multiservizi svoltasi in piazza Matteotti.

“Le organizzazioni sindacali – si legge in un comunicato a firma del segretario provinciale del Cobas, Roberto Aprile - hanno sottolineato nel corso degli interventi il fatto che si aspetta da tempo  una convocazione da parte della Amministrazione per avviare un ‘tavolo di discussione condiviso’ sul futuro della Brindisi Multiservizi e della Energeko”, con l’obiettivo di chiarire le intenzioni del Comune riguardo alla possibilità di affidare alla Brindisi Multiservizi il canile comunale, il cimitero e gli impianti sportivi.

IMG_0542-2

Oltre al vicesindaco, ad accogliere le istanze dei lavoratori c’era anche l’Assessore al Bilancio, Salvatore Del Grosso. Silvestre dunque, rispondendo alle rimostranze dei sindacati sul fatto che in precedenza le loro richieste di incontro fossero cadute nel vuoto, ha parlato dei due piani di salvataggio cui sta lavorando l’amministrazione comunale. Lo stesso “ha anche affermato di voler entrare nelle pieghe delle attività lavorative affinché ci sia- si legge nella nota del Cobas - un migliore rendimento delle stesse”. La questione ad ogni modo verrà approfondita la prossima settimana, nel corso di un incontro al quale prenderà parte anche la sindaca, Angela Carluccio. 

I sindacati hanno ribadito che “al tavolo si possono e si devono porre tutti i problemi, nessuno escluso, per costruire società degne di tale nome”.  A questo punto dunque, dopo la protesta di questa mattina, “le organizzazioni sindacali aspettano la convocazione e qualora non avvenga nelle date prestabilite ritorneranno in Piazza Matteotti”. “I tempi stringono- conclude Aprile - ed è l’ora di prendere delle decisioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento