Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Incontro tra una barca brindisina di ritorno dalla regata e branco di delfini

Storie del viaggio di ritorno, con i serbatoi dell'adrenalina scarichi. La regata Brindisi-Corfù è finita da tre giorni e l'equipaggio brindisino di Sofia, skipper il medico Riccardo Gismondi, è sulla rotta del ritorno. Le uniche tappe intermedie che si sono concessi quelli di Sofia sono state un pranzo sabato mattina in una delle trattorie di Agni nel nord di Corfù, dove si ormeggia a un pontile in legno per scendere a terra, e poi la notte tra sabato e domenica (poche ore in verità) trascorsa in sosta ad Erikoussa (Merlera)

Storie del viaggio di ritorno, con i serbatoi dell’adrenalina scarichi. La regata Brindisi-Corfù è finita da tre giorni e l’equipaggio brindisino di Sofia, skipper il medico Riccardo Gismondi, è sulla rotta del ritorno. Le uniche tappe intermedie che si sono concessi quelli di Sofia sono state un pranzo sabato mattina in una delle trattorie di Agni nel nord di Corfù, dove si ormeggia a un pontile in legno per scendere a terra, e poi la notte tra sabato e domenica (poche ore in verità) trascorsa in sosta ad Erikoussa (Merlera) una delle isole dell’arcipelago che precede Kerkyra per chi arriva dall’Italia, e gli ultimi lembi di Grecia, invece, per chi parte.

Il salto di uno dei delfini davanti alla prua di Sofia-2Poi questa mattina all’alba l’inizio del lungo trasferimento verso Brindisi. Ma la soddisfazione dell’equipaggio della barca brindisina, reduce da un bel sesto posto nella classe Holiday, era destinata a lievitare ancora. Ci ha pensato il mare a riaprire i rubinetti dell’adrenalina: un branco di delfini è spuntato attorno alla barca, cominciando quel gioco incredibile di salti davanti alla prua di cui soprattutto i velisti possono godere, per il contatto più diretto con l’ambiente circostante (guarda il video).

Qui l’uomo vorrebbe avere subito a disposizione le conoscenze per comunicare, ma in mancanza d’altro cosa c’è di meglio di fischi e incitamenti alla voce? Il gioco è durato un bel po’, e Sofia ha voluto condividere con tutti lo spettacolo, inviando dal centro del Canale d’Otranto uno spezzone del video girato con uno degli smartphone, dalle murate della barca. Sognate di fare incontri del genere? Diventate velisti anche voi. E’ meno difficile di quanto si possa pensare. E comunque, difendete sempre il vostro mare dalle minacce causate dall’inquinamento da plastiche e dalle trivellazioni petrolifere.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incontro tra una barca brindisina di ritorno dalla regata e branco di delfini

BrindisiReport è in caricamento