menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indagine Hydra, rimesso in libertà anche il sindaco Caliandro

Il gip ha revocato la misura cautelare dopo ordinanza del tribunale del riesame

BRINDISI - Torna in libertà anche il secondo dei due sindaci arrestati il 23 ottobre scorso nell'ambito dell'Operazione Hydra, indagine dei carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni e della procura di Brindisi sulle attività corruttive di una società di Carovigno, la Reteservizi Srl, operante nel settore dei rifiuti. Il gip Paola Liaci, infatti, con il parere favorevole del pm  ha accolto l'istanza avanzata dal difensore avvocato Roberto Palmisano ed ha revocato gli arresti domiciliari al sindaco di Villa Castelli, Vitantonio Caliandro, dopo 28 giorni trascorsi dallo stesso agli arresti domiciliari.

Vitantonio Caliandro-4La misura coercitiva, spiega l'avvocato Palmisano, è stata revocata dopo che il tribunale del riesame di Lecce aveva annullato l’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti del sindaco Vitantonio Caliandro  per mancanza dei gravi motivi di colpevolezza per i reati di corruzione e finanziamento illecito inizialmente ipotizzati nei suoi confronti. Restava in piedi soltanto la ipotizzata istigazione alla falsa testimonianza che sarebbe stata posta in essere nei confronti del coindagato Pasquale Giovane e per la quale nessuna esigenza cautelare era stata ipotizzata.

Pasquale Giovane, geometra comunale responsabile dell'ufficio Lavori pubblici e ambiente, sarebbe stato indotto dal sindaco Caliandro e dagli amministratori di fatto della Reteservizi Srl, Pasquale Leobilla e Angelo Pecere, a rendere falsa testimonianza in un procedimento civile in cui l'impresa era coinvolta.

Il 7 novembre era tornato in libertà l'ormai ex sindaco di Torchiarolo, Nicola Serinelli, per il cessato pericoloro di inquinamento delle prove e reiterazione del reato, stante la sospensione del consiglio comunale e l'avvio della procedura di sciglimento della stessa assemblea da parte del prefetto Valerio Valenti.  Secondo l'avvocato Roberto palmisano, ora il prefetto dovrebbe revocare la sospensione del sindaco Caliandro e reintegrarlo nella sua carica elettiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento