Volantini inneggianti al fascismo abbandonati accanto al municipio

Invito a non votare e ad abbattere il sistema repubblicano. La Digos ha avviato le indagini. La firma di un fantomatico Movimento internazionale per il ripristino della democrazia

BRINDISI – La Digos della questura di Brindisi ha aperto una indagine dopo il rinvenimento, in pieno centro, di alcuni volantini inneggianti al fascismo. “Non andiamo a votare e attiviamoci per liberare l’Italia dal nazismo repubblicano, fondato dai partigiani dalla sconfitta di Hitler, e ripristiniamo la democrazia del fascio di Mussolini”. Poi la scritta “Fai 100 copie e distribuiscili”, e la firma di un fantomatico “Movimento internazionale per il ripristino della democrazia”. Alcuni volantini sono stati rinvenuti stamani sotto i portici accanto al municipio di Brindisi. La Digos ne ha acquisito alcuni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Tragedia in mare: sub trovato senza vita sul fondale

  • Donna sequestrata e picchiata in un B&B: la salva la Polizia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento