menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La procura di Brindisi

La procura di Brindisi

Indagini parlamentarie/ Gli scrutatori indagati

BRINDISI – Le persone che hanno ricevuto gli avvisi di fine indagini per la vicenda delle parlamentarie truccate sono 30, per varie circostanze di reato, e sono tutte addetti alle operazioni di voto del 29 e 30 dicembre del 2012 in provincia di Brindisi. Ecco i nomi.

BRINDISI - Le persone che hanno ricevuto gli avvisi di fine indagini per la vicenda delle parlamentarie truccate sono Francesco Di Viggiano, Torre S. Susanna, 25 anni; Francesca Epifani, Torre S. Susanna, 33 anni; Roberta Rossetti, Torre S. Susanna, 29 anni; Vincenzo Birtolo, Torre S. Susanna, 55 anni; Pietro Giosa, Brindisi, 54 anni; Paolo Melcore, Brindisi, 50 anni; Alessia Vulpitta, Brindisi, 21 anni; Pietro De Giuseppe Lovecchio, Latiano, 70 anni; Giuseppe Leonardo Carlucci, Latiano, 62 anni; Antonio Delli Fiori, Latiano, 35 anni; Maria Filomena Magli, Carovigno, 54 anni; Mariano Salvatore Cavassa, Carovigno, 56 anni; Francesco Carmelo Orlandino, Carovigno, 52 anni; Donato Zizzi, Cisternino, 47 anni.

E ancora, Vito Laghezza, Cisternino, 62 anni; Roberto Pinto, Cisternino, 30 anni; Pierluigi Loparco, Cisternino, 24 anni; Giuseppe Losavio, Cisternino, 46 anni; Domenico Rogoli, Mesagne, 33 anni; Andrea Poci, Mesagne, 24 anni; Stefania Dello Monaco, Mesagne, 37 anni; Angelo Raffaele Picoco, S.Vito dei Normanni, 64 anni; Vincenzo Sardelli, S.Vito dei Normanni, 45 anni; Alessandro Petrucci, S.Vito dei Normanni, 32 anni; Alessandro Stella, Torchiarolo, 36 anni; Paolo Tondo, Torchiarolo, 35 anni; Giampiero Orlando, Torchiarolo, 41 anni; Giuseppe Morleo, Erchie, 55 anni; Vincenza Bianco, Erchie, 42 anni; Cosimo Scarciglia, Erchie, 25 anni.

Si tratta di militanti politici che erano stati assegnati ai seggi dove si sono svolte le parlamentarie del 29 e 30 dicembre del 2012, sedi elettorali dove sono stati sottoscritti i registri esaminati dagli investigatori della Digos diretti dal vicequestore Vincenzo Zingaro, elenchi nei quali figurano come votanti persone che invece hanno dichiarato alla polizia di non aver mai partecipato al voto per scegliere i candidati da inviare alla Camera o al Senato della Repubblica. In questo quadro, proprio Torre Santa Susanna era stata indicata dall'autore dell'esposto che ha innescato le indagini, il medico Franco Colizzi, come la sede delle anomalie più eclatanti.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

  • Emergenza Covid-19

    Covid: prime vaccinazioni con Johnson & Johnson nel Brindisino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento