Cronaca

“Indovina chi viene in radio”, incontro tra rifugiati e cittadinanza

Mercoledì 20 luglio, a partire dalle ore 19, lo Sprar Baiti del Comune di Francavilla Fontana in collaborazione con Radio Francavilla realizzerà la propria iniziativa dal titolo "Indovina chi viene in Radio"

Mercoledì 20 luglio, a partire dalle ore 19, lo Sprar Baiti del Comune di Francavilla Fontana in collaborazione con Radio Francavilla realizzerà la propria iniziativa dal titolo “Indovina chi viene in Radio”. In Corso Umberto I, tra i tavolini all’aperto del Nuovo Bar del Corso, i beneficiari, i rappresentanti dell’amministrazione comunale e tutti gli operatori dello Sprar Baiti incontreranno la cittadinanza e tutta la comunità del territorio per condividere insieme l’esperienza territoriale di accoglienza del progetto Sprar, le storie e la condizione in Italia di richiedenti e titolari di protezione internazionale.

Nello specifico il programma della serata prevede una diretta speciale di “Radio Baiti” con Radio Francavilla all’interno del programma radiofonico “Franca…mente”, interverranno il sindaco di Francavilla Fontana Maurizio Bruno, l’assessore alle Politiche Sociali Concetta Somma, l’assessore alla Cultura Vincenzo Garganese, il presidente del Consorzio Nuvola Irene Milone, il coordinatore Informativa legale Sprar Nicola Lonoce, i beneficiari dello Sprar, condurranno Giovanni Cannalire e Claudia Turba, rispettivamente direttore e conduttrice di Radio Francavilla. In seguito verrà proiettato il video documentario del Progetto “Piacere, Yakouba!”, realizzato dallo Sprar Baiti con l’Ites “Giovanni Calò” e poi “aperisprar”, musica e racconti.

A Francavilla Fontana il progetto territoriale di accoglienza Baiti, che mette a disposizione dello Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) 33 posti di accoglienza, è attivo dal 2014 ed è realizzato dal Comune di Francavilla Fontana insieme a Nuvola Consorzio di Cooperative Sociali. L’iniziativa è un’occasione per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato 2016, istituita dall’assemblea generale delle Nazioni Unite il 4 dicembre 2000 per ricordare la condizione di milioni di persone di tutti i continenti costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti. Sarà un appuntamento importante di incontro tra  l’intera comunità di Francavilla e i rifugiati che la nostra città accoglie. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Indovina chi viene in radio”, incontro tra rifugiati e cittadinanza

BrindisiReport è in caricamento