Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Industria dei finti incidenti d'auto: 53 condannati, assolti tre avvocati

Si è concluso con 53 condanne e 47 assoluzioni il processo di primo grado su un giro di truffe alle compagnie assicurative attraverso il sistema dei falsi incidenti, orchestrato da una presunta associazione per delinquere sgominata nel 2010. I tre avvocati coinvolti nel procedimento sono stati assolti

BRINDISI – Si è concluso con 53 condanne e 47 assoluzioni il processo di primo grado su un giro di truffe alle compagnie assicurative attraverso il sistema dei falsi incidenti, orchestrato da una presunta associazione per delinquere sgominata nel 2010. I tre avvocati coinvolti nel procedimento (Silvia Bellino, 38 anni, di Brindisi, difesa da Laura Beltrami; Eupremio Canario, 51 anni, difeso da Giuseppe Guastella; Cristian Quarta, 39 anni, di Lecce)  sono stati assolti. Nei loro confronti, il pm che ha coordinato le indagini, Pierpaolo Montinaro, aveva formulato una richiesta di condanna a 8 mesi.

La pena più dura è stata inflitta ad Angelo Balestra, condannato a 6 anni e 4 mesi di reclusione e al pagamento di 10mila euro di multa. La sentenza è stata emessa stamani dal tribunale di Brindisi. Il collegio dei giudici è presieduto Genantonio Chiarelli. A latere: Cacucci e Nestore. Le indagini, per cui furono indispensabili le intercettazioni telefoniche, furono avviate nel 2007, quando la sezione di polizia giudiziaria della Stradale di Brindisi, seppe in anticipo che in un certo luogo e a una certa ora si sarebbe verificato un incidente. Era uno dei 36 episodi che gli agenti, coordinati dal pm Pierpaolo Montinaro, riuscirono a monitorare, dimostrando che venivano inscenati per ingannare le compagnie assicurative e ottenere quindi i risarcimenti.

Stando a quanto accertato a capo dell'organizzazione ci sarebbe stato Angelo Balestra, 42 anni, ex carrozziere. Altro punto di partenza, un sinistro a Brindisi il 12 marzo 2008 con quattro auto coinvolte, presunti feriti (colpo di frusta), ma in cui due delle vetture risultarono rubate, e quindi sottoposte a sequestro, ma con targhe di auto "pulite". Mentre altre persone coinvolte nell'incidente risultarono protagoniste di altri fatti analoghi.

I condannati: Rocco Andriulo, 1 anno; Antonio Antico, 1 anno; Giuseppe Bagnato, 1 anno; Angelo Balestra, 6 anni e 4 mesi; Andrea Barbonetti, 1 anno; Luigi Blasi: 1anno e 6 mesi; Anna Maria Buccarelli, 2 anni e 2 mesi; Antonella Castellana, 1 anno e 10 mesi; Carmelo Ciullo, 1 anno e 2 mesi; Stefano Ciullo, 1 anno; Assunta Corlianò, 1 anno; Giovanna De Fazio, 1 anno. 

E poi: Massimo De Fazio, 1 anno; Maria De Leo, 1 anno e 2 mesi; Giuseppe De Tommaso, 1 anno; Francesco Della Giorgia, 2 anni; Vincenzo D’Ignazio, 1 anno; Francesco Elia, 1 anno; Luca Fortunato, 1 anno; Concetta Francioso, 1 anno; Francesco Fraticelli, 1 anno; Barbara Fusco, 1 anno e 8 mesi; Domenico Gaudino, 1 anno; Roberto Greco, 1 anno; Archimede Guadalupi, 1 anno; Federica Guerra, 1 anno; Roberto Licastro, 1 anno e 2 mesi; Sandra Litti, 1 anno; Riccardo Lodedo, 1 anno; Gennaro Lovecchio, 1 anno; Alessandro Manni, 1 anno; Angela Marra, 1 anno; Cristian Martina, 1 anno; Giuseppe Mazza, 1 anno; Manuel Migogna, 1 anno; Giovanna Murgia, 1 anno; Antonio Olimpio, 1 anno.

Ancora: Vittorio Olimpio, 1 anno; Gianluca Palma, 2 anni e 2 mesi; Cosimo Pignataro, 1 anno; Antonio Ragusa, 1 anno; Mauro Rametta, 1 anno; Pietro Randino, 1 anno e 2 mesi; Maurizio Rillo, 1 anno e 8 mesi; Angelo Rollo, 1 anno; Maria Rollo, 1 anno; Paola Rosa, 2 anni e 8 mesi; Giuseppina Rospi, 1 anno; Marco Rospi, 1 anno; Gianluca Schirinzi, 1 anno; Angelo Spagnolo, 1 anno; Antonio Vergari, 1 anno e 4 mesi; Pancrazio Vergari, 3 anni; Fabio Vinci, 1 anno e 2 mesi; Angelo Zimbari, 1 anno; Davide Zimbari 1 anno. Gianluca Re, 1 anno e 10 mesi. 

Assolti: Silvia Bellino, Eupremio Canario, Massimo Martucci, Cristian Quarta, Benedetto Blasi, Laerte Braga, Iordanka Keranova, Angelo Chiatante, Marco D’Aversa, Antonio De Salvo, Salvatore Del Monte, Mario Epifani, Francesco Giglio, Antonio Greco, Carlo Landolfa, Marco Lavino, Sara Lazoi, Luigi Leo, Massimiliano Leo, Alessandro Licastro, Angela Ligorio, Anna Muccio, Ilaria Muccio, Damiano Napolitano, Gianluca Narcisi, Giuseppe Ordinanza, Diego Perrone, Antonio Rizzello, Carmine Rizzello, Daniela Rosafio, Federico Sarcinella, Luigi Salvatore Sergi, Gianluca Sgura, Filomena Turi, Elvira Zullino, Silvestro Tafuro, Ivano Nani, Luana Curto, Luca Altavilla, Damiano Licciulli (difeso dall’avvocato Luca Leoci), Roberta Lamarina, Anna Manni, Andrea Iunco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Industria dei finti incidenti d'auto: 53 condannati, assolti tre avvocati

BrindisiReport è in caricamento