Blitz Fidelis e Synedrium: gli indagati scelgono la via del silenzio

Stamattina gli interrogatori di garanzia delle persone recluse in carcere nell'ambito delle due inchieste dei carabinieri di Brindisi. Qualcuno ha negato gli addebiti

BRINDISI – Quasi tutti si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Stamattina (lunedì 17 febbraio) si sono svolti gli interrogatori di garanzia degli indagati ristretti in carcere nell’ambito delle inchieste Synedrium e Fidelis. 

Nella prima, condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Brindisi, sono coinvolte 48 persone (16 raggiunte da ordinanza di custodia cautelare in carcere, quattro ai domiciliari, 28 indagate a piede libero), di cui 21 accusate di associazione di tipo mafiosa, per aver fatto presumibilmente parte del clan “Romano-Coffa”, secondo gli inquirenti operante a Brindisi quale frangia della Scu. 

I dettagli dell'operazione Synedrium

Nella seconda, condotta dai carabinieri del Norm della compagnia di Brindisi, risultano indagate 22 persone, di cui 14 accusate del reato di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga. Solo cinque persone sono state arrestate nell’ambito di entrambe le inchieste (Annarita Coffa, Angela Coffa, Alessandro Coffa, Francesco Coffa nato nel 1983, e Francesco Soliberto), le cui ordinanze sono state notificate all’alba di giovedì scorso (13 febbraio), dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi. 

I dettagli dell'inchiesta Fidelis

Gli indagati reclusi presso la casa circondariale di Lecce nell’ambito dell’operazione Synedrium si sono presentati stamattina (lunedì 17 febbraio) davanti al gip del tribunale di Lecce, Michele Toriello. Si tratta di Luigi Carparelli, Angela Coffa, Annarita, Coffa, Francesco Coffa nato nel 1983, Francesco Coffa nato nel 1981, Giovanni De Benedictis, Nicola Pierri, Giuseppe Prete, Cosimo Remitri, Vito Simone Ruggiero, Francesco Soliberto, Mario Salvatore Volpe. Andrea Romano, Alessandro Coffa, Alessandro Polito e Marcellino Campicelli, reclusi in altre strutture carcerarie, sono stati interrogati per rogatoria. Nicola Pierri ha risposto alle domande, sostenendo la sua estraneità ai fatti. Gli altri si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. De Benedictis, Volpe e Carparelli hanno reso dichiarazioni spontanee, negando gli addebiti contestati. 

Sempre nella mattinata odierna, le persone sottoposte a misura cautelare in carcere nell’ambito dell’inchiesta Fidelis sono state interrogate dal gip del tribunale di Lecce, Sergio Maria Tosi. Anche in questo caso gran parte degli indagati si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Nella giornata di domani si svolgeranno gli interrogatori delle persone sottoposte ai domiciliari, sia nell’ambito del blitz Synedrium che nell’operazione Fidelis. 

Gli avvocati si riservano di presentare istanza di scarcerazione o di attenuazione della misura cautelare in sede di Riesame, nei confronti dei rispettivi assistiti. Il collegio difensivo è composto dai legali Luca Leoci, Riccardo Mele, Cinzia Cavallo, Giuseppe Guastella, Agnese Guido. Daniela D’Amuri, Giacomo Serio, Francesco Sozzi, Giampiero Iaia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapinatori armati di mazza nel centro commerciale Le Colonne: caos tra gli avventori

  • Coronavirus: nuovo picco in Puglia, contagi in aumento a Brindisi

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Positivi al covid andavano a lavorare in campagna: denunciati

  • Bambino positivo al Covid: lo sfogo della zia, contro ignoranza e maldicenze

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento