menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infortunio a bordo di un traghetto: passeggero soccorso da una motovedetta

Tratto in salvo dalla Guardia costiera un autotrasportatore albanese in viaggio verso Valona, a seguito di una caduta

BRINDISI – E’ stato tempestivamente soccorso da una motovedetta della Guardia costiera della Capitaneria di porto di Brindisi il passeggero di un traghetto salpato dal porto di Brindisi e diretto in Albania. La richiesta di intervento è stata inoltrata intorno alle ore 4 della scorsa notte (fra venerdì 19 e sabato 20 gennaio) dal comandante della nave, la “St Damian”, in servizio di linea giornaliero fra Brindisi e Valona, gestito dalla locale agenzia marittima Seamed trading shipping, con sede in Costa Morena.     

La persona da soccorrere era un autotrasportatore originario dell’Abania, il 48enne A.P., che aveva riportato una forte contusione alla testa, presumibilmente a seguito di una caduta accidentale. Il personale di turno, diretto dal capo di compartimento, il capitano di vascello Salvatore Minervino, ha provveduto immediatamente ad inviare in zona la dipendente motovedetta Cp263. L’unità si è diretta prontamente verso il traghetto, nel frattempo dirottato nuovamente presso lo scalo di Brindisi, per ridurre i tempi di evacuazione sanitaria, previo assenso del competente centro internazionale radio medico di roma (Cirm.), espressamente interpellato al riguardo. 

Contestualmente è stato anche allertato il locale servizio 118 per predisporre l’intervento a terra di una apposita autombulanza. Dopo mezzora, presso la banchina Dogana, il malcapitato, ancora vigile e cosciente, è stato affidato dai militari della Guardia costiera alle cure mediche dei sanitari intervenuti sul posto, che poi hanno trasferito il malcapitato presso l’ospedale di Brindisi.

Dagli ultimi aggiornamenti ospedalieri, il 48enne non risulta essere in pericolo di vita, ma resta sotto osservazione in codice giallo, mentre proseguono gli ulteriori accertamenti per risalire all’effettiva dinamica degli eventi, quale denunzia di evento straordinario. 

Le attività poste in essere rientrano nelle specifiche competenze attribuite alla Guardia costiera italiana nell’ambito della convenzione internazionale di Amburgo 1979, afferente la sicurezza marittima e la salvaguardia della vita umana in mare. La Capitaneria di porto di Brindisi ricorda che è sempre operativo 24 ore su 24 il numero telefonico di emergenza 1530 nonché l’ascolto continuo sui canali radio dedicati, ch 16 e dsc 70, al fine di segnalare all’autorità marittima ogni evento occorso in mare.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento