Cronaca

Ingegneria: "Regione e Unisalento si assumano le loro responsabilità"

Il destino dei corsi di Ingegneria dell'Università del Salento ospitati presso la Cittadella della ricerca di Brindisi è al centro di un intervento di Riccardo Rossi, candidato sindaco alla guida della coalizione Brindisi Smart

BRINDISI – Il destino dei corsi di Ingegneria dell’Università del Salento ospitati presso la Cittadella della ricerca di Brindisi è al centro di un intervento di Riccardo Rossi, candidato sindaco alla guida della coalizione Brindisi Smart, in cui viene chiesto un intervento risoluto da parte della Regione e della stessa università.

Nella giornata di ieri (16 maggio) la questione era stata affrontata dagli assessori regionali allo Sviluppo economico e al Lavoro, rispettivamente Loredana Capone e Sebastiano Leo, nel corso di un incontro con rappresentanti dell’ateneo. Le dichiarazioni rilasciate a BrindisiReport dalla Capone al termine del confronto non hanno affatto soddisfatto Rossi. 

“E’ davvero sconfortante ed umiliante per il nostro territorio  - dichiara il candidato - apprendere delle dichiarazione dell’Assessore Capone Riccardo Rossiche, alla vigilia della scadenza del 19 maggio, dichiara di attendere l’insediamento del nuovo Sindaco per convocare un tavolo e stanziare le risorse necessarie, circa 400.000 euro, per l’Università a Brindisi”.

“Non c’è più tempo per attendere – prosegue Rossi - per convocare tavoli inutili che producono solo dichiarazioni per la stampa. Chiediamo alla Regione ed al suo presidente Emiliano di stanziare subito i fondi necessari per la presenza dei corsi di laurea in Ingegneria a Brindisi”.

Rossi chiede anche “all’Università del Salento di assumersi le sue responsabilità nei confronti del nostro territorio”. “Questa Università – prosegue il candidato - è quella del Salento e come tale deve guardare non solo a Lecce ma anche a Brindisi. In questi anni l’Università del Salento ha dato molto al nostro territorio, ma anche ha ricevuto molto. Con i finanziamenti della Provincia e del Comune sono state fatte assunzioni di Professori e personale di area tecnico amministrativa”. 

“E spiace apprendere  - afferma ancora Rossi - che l’Università chiude un accordo con Avio Aero, un’importante azienda del settore aereonautico presente a Brindisi, per aprire un corso di laurea in Ingegneria a Lecce mentre si chiude quello di Brindisi”. “Ad Avio Aero e Università del Salento  - conclude Rossi - chiediamo di riconsiderare questa loro decisione e presentare il corso di laurea Venerdì in Cittadella della Ricerca a Brindisi e non a Lecce”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingegneria: "Regione e Unisalento si assumano le loro responsabilità"

BrindisiReport è in caricamento