menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via le grandi pulizie nelle marine, il sindaco: "Tolleranza zero verso chi inquina"

Grandi pulizie nelle marine di competenza del Comune di Torchiarolo (Torre San Gennaro, Lido Presepe, Lido Cipolla, Lendinuso e Canuta): dalle prime luci del giorno di oggi, lunedì 13 giugno, gli operatori della società ecologica Monteco stanno rimuovendo tutti i rifiuti ingombranti abbandonati dai cittadini incivili

TORCHIAROLO – Grandi pulizie nelle marine di competenza del Comune di Torchiarolo (Torre San Gennaro, Lido Presepe, Lido Cipolla, Lendinuso e Canuta): dalle prime luci del giorno di oggi, lunedì 13 giugno, gli operatori della società ecologica Monteco stanno rimuovendo tutti i rifiuti ingombranti abbandonati in strada dai cittadini incivili, nonostante è attivo un servizio di ritiro a domicilio. Ma da questo momento in poi i controlli contro l’abbandono dei rifiuti saranno intensificati e la tolleranza riguardo a queste condotte sarà pari a zero.IMG-20160613-WA0009-2

Da quanto ha fatto sapere il capo della polizia Locale di Torchiarolo, Lorenzo Renna, già impegnato da tempo nell’individuazione dei responsabili di questi abusi nei confronti dell’ambiente, i controlli si estenderanno anche ai tabulati del numero verde della società Monteco: “Quando troveremo rifiuti ingombranti per strada controlleremo se corrisponde la relativa telefonata al centralino della Monteco anche in questo modo si cercherà di individuare il responsabile, continueremo, inoltre, a monitorare le marine attraverso le telecamere nascoste che fino a questo momento hanno permesso di individuare decine di irresponsabili”.

Una situazione che deve finire. Sia per una questione di carattere igienico-sanitario, che di rispetto per l’Ambiente e di decoro urbano. Si tratta di località turistiche che non possono avere come biglietto da visita solo sporcizia e degrado. Ieri, domenica 12 giugno, in piazzale Garibaldi si è svolto il mercato settimanale che ha attirato numerosi avventori, in molti si sono riversati nelle marine anche per trascorrere una giornata in riva al mare, tutti hanno dovuto fare lo slalom tra mobili abbandonati e sporcizia.

IMG-20160612-WA0025-2All’ingresso di Lido Presepe (provenendo da Torre San Gennaro) c’è una fontana molto utilizzata dai cittadini ma circondata da sporcizia, immersa nel degrado. Il proprietario del terreno adiacente è stato chiamato a pulire la zona di sua competenza e a breve dovrebbero partire le opere di sistemazione con l’installazione di griglie per permettere l’accesso alla fontana in totale comodità senza dover mettere i piedi nel pantano che puntualmente si crea quando si apre il rubinetto. C’è da segnalare, però, che pochi giorni dopo la pulizia del terreno adiacente, nello stesso è comparso materasso. Va ricordato, inoltre, che il Comune di Torchiarolo ha impegnato 33mila euro per la pulizia straordinaria delle marine. Straordinaria perché i soldi da spendere in questo servizio sono già inclusi nella gara d’appalto bloccata per il ricorso al Tar di una delle ditte che vi hanno partecipato.

“Il 28 giugno prossimo il Tar si dovrebbe esprimersi nel merito del ricorso - spiega il sindaco di Torchiarolo Nicola Serinelli - In quel bando è inclusa pulizia di arenile, marine, bagni pubblici e molto altro da effettuarsi a cadenza regolare che sarebbe dovuta partire a Pasqua. In attesa di avere una risposta da parte Tar per capire in che direzione muoverci per sbloccare quella gara, abbiamo stanziato altri soldi per le opere di bonifica nelle marine ma se i cittadini continuano a perseverare con i comportamenti incivili la situazione non migliorerà mai. Da parte mia e dell’amministrazione c’è tutto l’interesse e l’impegno a restituire decoro a queste località balneari specie perché vi sono molti operatori economici che hanno manifestato l’interesse a investire in queste zone, puntando proprio sulle bellezze naturali. Continuo a invitare i cittadini a collaborare, c’è un numero verde a cui chiamare e un calendario sul ritiro a domicilio che devono essere rispettati”.

eeee7232-a3d6-483e-a14b-91be939c509f-2Secondo Serinelli dietro questi abbandoni potrebbero anche esserci cause di altra natura, come vere e proprie ritorsioni “Sto cercando di capire, attraverso le sedi opportune, se dietro questi comportamenti c’è la volontà da parte di qualcuno di rallentare l’attività dell’amministrazione in fatto di interventi sulle marine e nello stesso Comune. Se dovessi trovare conferme mi muoverò di conseguenza. Anche l’aspetto riguardante la gara d’appalto diventata oggetto di ricorso al Tar è da chiarire, si dovrà vedere se ci sono delle responsabilità che hanno permesso di rallentare l’attività dell’amministrazione”.

Come si legge nei volantini diffusi e nei manifesti affissi in molti luoghi pubblici del territorio i rifiuti ingombranti possono essere smaltiti chiamando il numero verde 800801020. Naturalmente se il servizio non funziona, come molti sostengono, occorre fare le dovute segnalazioni agli organi competenti. La Polizia locale di Torchiarolo, inoltre, proprio per monitorare il territorio ha attivato il servizio Whatsapp attraverso il numero 334 13 85 055 dove mandare segnalazioni di abusi ambientali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento