menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dormitorio: gli ospiti lasciano la struttura, iniziata la bonifica

Sgomberato l'edificio situato in via Provinciale San Vito. Il personale della Multiservizi al lavoro per mettere l'immobile in sicurezza, come prescritto dall'Asl

BRINDISI – E’ iniziato alle prime luci di oggi (mercoledì 13 febbraio) lo sgombero del dormitorio di via provinciale San Vito, seguito dall’avvio delle operazioni di bonifica. Sul posto si sono recati gli agenti della polizia locale e il personale della Brindisi Multiservizi. Gli ospiti della struttura sono stati collaborativi. Ognuno di loro ha prelevato i propri effetti personali e ha contribuito a liberare il capannone da alcuni delle decine e decine di materassi che si trovavano al suo interno. L’edificio resterà off limits fino a quando non verranno superate tutte le gravi lacune di carattere igienico sanitario riscontrate dall’Asl nel corso di un sopralluogo effettuato la scorsa settimana.

88e1ad87-466a-4dd3-bc74-18627401c1ab-2

Video: gli ospiti lasciano la struttura

La riduzione degli ospiti

Lunedì scorso (11 febbraio) gli agenti della polizia locale coordinati dal comandante Antonio Orefice hanno ispezionato il dormitorio, riscontrando la presenza di oltre 200 persone, a fronte degli 80 migranti che, da regolamento, possono essere ospitati. Sia all’interno che nel cortile del fabbricato regnava una situazione di assoluto degrado. Un numero impressionante di materassi erano ammassati l’uno sull’altro. Gli ospiti avevano montato tende di fortuna per trascorrere la notte all’aperto. Per la cottura dei pasti venivano utilizzati dei fornellini a gas che mettevano in pericolo la sicurezza della struttura.

Bonifica dormitorio via Provinciale San Vito-3

Una volta terminato l’intervento di bonifica, verrà fatta una prima scrematura degli ospiti, fino ad arrivare ad un numero di circa 160 unità. Ma tale cifra poi andrà ulteriormente dimezzata. Anche tre italiani  utilizzavano il dormitorio. 

721783f3-2325-4e3b-9d5b-998c7bc17881-2

Gli interventi da effettuare

I lavori da espletare sono consistenti. Dovranno essere sistemati tutti i servizi igienici: mancano le porte, non c’è acqua calda, non ci sono porte alle docce. Bisognerà anche stabilire chi si occuperà delle pulizie quotidiane di tutti i locali del dormitorio, aspetto che dovrebbe rientrare nell’attività di gestione dell’immobile affidata alla Multiservizi. La società, a sua volta, avrebbe chiesto due settimane di tempo per definire l’organizzazione del servizio.

E’ necessario sostituire la rubinetteria e gli stessi servizi igienici, realizzare vie di fuga in caso di pericolo, posizionare gli estintori, realizzare l’impianto di riscaldamento, eliminare muffe e umido dalle pareti e sistemare cavi elettrici e ciabatte. Dovrà, inoltre, essere bonificata l’area che si trova all’esterno del fabbricato, chiusa “in maniera fittizia con canne e teloni di plastica, utilizzata per la cottura dei cibi e per il consumo dei pasti, priva di qualsiasi minimo requisito sia strutturale che strumentale e di sicurezza”, stando a quanto si legge nel verbale della Asl. Copia del verbale, oltre che a Palazzo di città, è stata trasmessa in Prefettura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento