Cronaca Francavilla Fontana

"Iniziative di Natale: sì, ma pagate"

FRANCAVILLA FONTANA – La Confesercenti di Francavilla Fontana ha presentato al sindaco della città Vincenzo Della Corte, un ricco programma di manifestazioni ed eventi per il periodo natalizio, coinvolgendo diverse associazioni di categoria, scuole e attività commerciali del posto. L’associazione ha chiesto all’amministrazione comunale francavillese solo una collaborazione, non contributi economici. Ad oggi la risposta dal Comune è: “Se volete i suoli pubblici dovete pagare la tassa di occupazione e provvedere alle spese per addobbare con luminarie gli spazi”.

FRANCAVILLA FONTANA - La Confesercenti di Francavilla Fontana ha presentato al sindaco della città Vincenzo Della Corte, un ricco programma di manifestazioni ed eventi per il periodo natalizio, coinvolgendo diverse associazioni di categoria, scuole e attività commerciali del posto. L'associazione ha chiesto all'amministrazione comunale francavillese solo una collaborazione, non contributi economici. Ad oggi la risposta dal Comune è: "Se volete i suoli pubblici dovete pagare la tassa di occupazione e provvedere alle spese per addobbare con luminarie gli spazi".

"Evidentemente, per questa amministrazione comunale non è sufficiente che si sottraggano intere settimane di lavoro alle proprie aziende per dedicarle alla città di Francavilla", dichiara il presidente della Confesercenti di Francavilla Fontana, Oronzo Incalza, dopo aver ricevuto questa mattina la risposta da parte dell'assessore alle Attività Produttive di Francavilla Fontana, Giovanni Di Punzio, che bisogna pagare suolo pubblico e addobbi. In una lettera, la Confesercenti, spiega di aver avuto un colloquio col primo cittadino Vincenzo Della Corte, e aver presentato il programma che avevano pensato, insieme a cittadini, anziani, associazioni e negozi, per le festività del prossimo Natale.

"Abbiamo chiesto la collaborazione dell'amministrazione, - scrive Oronzo Incalza - senza nessuna richiesta di contributi economici, nonostante volessimo condividere con la stessa amministrazione i meriti di una così importante manifestazione per la città. Forse la prima per Francavilla. Il risultato è stato che oggi, dopo giornate di 'attesa melina' per bocca dell'assessore al ramo veniamo a sapere che per poter utilizzare gli spazi pubblici necessari allo svolgimento della manifestazione bisognava farsi carico della tassa per l'occupazione del suolo pubblico e provvedere, a proprie spese, ad addobbare con luminarie natalizie tutta via Roma".

12"Ma nonostante tutto ciò, - continua Incalza - dovevamo perfino ringraziare l'amministrazione perché, stando a quanto si è intuito, per le pressioni ricevute, (presumo solo politiche), questo restava l'unico modo possibile per giustificare (a chi?) l'amministrazione ad autorizzare l'evento. Adesso riusciamo a comprendere le ragioni del perché di certi interventi riportati dalla stampa locale in merito alla nostra manifestazione - ironizza il presidente della Confesercenti - che nulla aveva a che fare con la manifestazione che si sta organizzando all'interno della fiera".

La Confesercenti sperava almeno in una collaborazione da parte del Comune di Francavilla Fontana mettendo a disposizione via Roma per organizzare al meglio il progetto in vista delle festività natalizie. Iniziative, manifestazioni ed eventi - spiegano dall'associazione dei consumatori - che sicuramente avrebbero dato rilievo e lustro alla città portando visitatori anche dai paesi limitrofi. Inoltre, sarebbe stato un sospiro di sollievo per il commercio francavillese in questo grave periodo di crisi. "Purtroppo, mi dispiace dirlo - conclude Oronzo Incalza - ma, forse, devo dare ragione a chi dice che questo è il governo che abbiamo voluto e questo è il governo che ci meritiamo".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Iniziative di Natale: sì, ma pagate"

BrindisiReport è in caricamento