Cronaca Fasano

I leader delle potenze mondiali fra gli ulivi di Borgo Egnazia: iniziato il vertice

Al via i lavori del summit. C'è anche il il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. In serata la cena al Castello Svevo di Brindisi: Biden, affaticato, non ci sarà. Domani l'arrivo del Papa

A Borgo Egnazia è iniziato il G7. Nella piazzetta del resort situato nel territorio di Savelletri, marina di Fasano, il presidente del consiglio Giorgia Meloni ha fatto gli onori di casa, stringendo le mani ai leader di Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti, cui si aggiunge l'Unione Europea. Poi le firme apposte su un pannello con il logo del vertice e la tradizionale foto di famiglia. 

Prende parte ai lavori anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, accolto dalla premier con una stretta di mano e un abbraccio.

L’area intorno alla sede del summit è off limits. Militari e forze dell’ordine presidiano la litoranea fra Torre Canne e Savelletri e le vie di accesso ai resort che ospitano le delegazioni.

La cena al castello

Nel pomeriggio, dopo la sessione dedicata all’Ucraina, si svolgeranno degli incontri bilaterali. In serata i leader dei sette paesi si sposteranno verso il Castello Svevo di Brindisi, dove è in programma la cena di gala offerta dalla presidenza della repubblica. Fra i commensali ci sarà anche lo stesso Sergio Mattarella.Non ci saerà, invece, il presidente americano Joe Biden. Lo apprende l'Ansa da fonti della sicurezza. Il presidente americano sarebbe affaticato per gli impegni che ha dovuto affrontare negli ultimi giorni. Biden è alla seconda trasferta europea in poco meno di una settimana.

G7 a Borgo Egnazia: i partecipanti al vertice e l'avvio dei lavori

Anche nel capoluogo saranno rigorosissime le misure di sicurezza. Da stamattina è in vigore un’ordinanza che vieta il transito veicolare e pedonale nelle vie intorno al Castello, ad eccezione dei residenti del centro, fino all’1 di notte. Chiusi anche bar, pub, ristoranti e chioschi situati fra piazzale Lenio Flacco, zona Sciabiche, piazza Crispi e il lungomare Amerigo Vespucci, al rione Casale.

Dopo la cena, i capi di Stato e di governo torneranno nell’area di Borgo Egnazia, dove per la tarda mattinata di domani è atteso l’arrivo di Papa Francesco, che parteciperà alla sessione sull’intelligenza artificiale. 

Scompare il riferimento all'aborto? Arriva la smentita

L’immediata vigilia del summit è stata animata dalla polemica sulla presunta scomparsa del riferimento all’aborto nell'ultima bozza conclusiva del G7. “Il passaggio, secondo il draft messo a punto dagli sherpa ma che deve ancora passare all'esame finale dei leader, da quanto appreso da Ansa, riporta: "Reiteriamo i nostri impegni espressi nel comunicato finale del G7 di Hiroshima per un accesso universale, adeguato e sostenibile ai servizi sanitari per le donne, compresi i diritti alla riproduzione". Una formulazione che non contempla la parola “aborto”, che invece c'era nel comunicato finale del G7 in Giappone.

Ma in serata arriva la smentita. "Nel testo che verrà pubblicato domani non si fa nessun passo indietro" rispetto al comunicato finale del G7 di Hiroshima sul tema dell'aborto "e non si è tolto nulla". Lo spiegano fonti italiane a margine del vertice di Borgo Egnazia. "Tanto è vero che c'è un esplicito riferimento agli impegni assunti a Hiroshima, che vengono tutti riconfermati", sottolineano.

Articolo aggiornato alle ore 18 (smentito passo indietro su aborto)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I leader delle potenze mondiali fra gli ulivi di Borgo Egnazia: iniziato il vertice
BrindisiReport è in caricamento