menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Innaffia la sua piantagione di marijuana, ma arrivano i carabinieri: arrestato

In manette un 29enne di Oria sorpreso con 50 piante di cannabis indica di altezza variabile da un metro a due metri l'una. Sequestrato vario materiale per la coltivazione

ORIA – I carabinieri lo hanno sorpreso mentre si prendeva cura di 50 piante di marijuana, dell’altezza variabile da un metro a due metri l’una. E’ stato arrestato nel suo terreno di campagna il 29enne Riccardo Andriani, di Oria. L’uomo, alle prime luci del mattino, ha ricevuto la visita dei militari del Norm della compagnia di Francavilla Fontana al comando del tenente Roberto Rampino e dei colleghi della locale stazione diretti dal maresciallo Roberto Borrello, giunti sulle sue tracce al culmine di una intensa attività investigativa.

La piantagione si trovava in un terreno agricolo non visibile dalle strade di comunicazione ordinarie. Quando i carabinieri sono entrati in ANDRIANI Riccardo classe 1986-2azione, Andriani era intento ad irrigare le piante di cannabis indica già in avanzato stato di crescita e fioritura, ben curate e innaffiate, poste in parte in vasi di plastica e altre in sacchetti pieni di terra. Sul posto i militari hanno anche rinvenuto vario materiale per la coltivazione (recipienti di acqua, fertilizzante, tubi per l’irrigazione).

Le piante erano suddivise in due gruppi distanti l'uno dall’altro circa venti metri ed erano destinate a ricavare Marijuana in quantità da apparire certamente destinata allo spaccio sulla piazza locale. I militari hanno individuato la piantagione ben tre giorni fa e hanno eseguito ben tre giorni di osservazione prima di intervenire, in attesa del "legittimo proprietario".

Proprio questa mattina l'arrestato a bordo di un’ape Piaggio è giunto sul posto con il compito di irrigare le fruttuose piante, portando con se i citati cinque contenitori da 18 litri di acqua l'uno. I carabinieri lo hanno subito fermato e tratto in arresto. Dopo aver redatto i verbali e assolto alle formalità di rito Andriani è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento