menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inseguimento dopo un furto: malviventi lanciano chiodi a quattro punte

Intercettati dai carabinieri gli autori di un furto di un trattore nelle campagne di Carovigno. I chiodi mettono fuori gioco il mezzo militare, dopo un inseguimento di due chilometri

CAROVIGNO – Hanno lanciato sull’asfalto decine di chiodi a quattro punte per seminare i carabinieri. Dopo un inseguimento durato per un paio di chilometri, sono riusciti a mettere fuori gioco un veicolo dell’Arma gli autori del furto di un trattore perpetrato la scorsa notte (fra venerdì 22 e sabato 23 febbraio) nella zona industriale di Carovigno.

I carabinieri sono stati contattati dal proprietario di un cortile recintato in cui è avvenuta l’incursione. Una pattuglia dell’Aliquota radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni si è subito recata sul posto. Stando agli elementi acquisiti dai militari, i ladri avrebbero agito a bordo di un’Alfa Romeo.  E dopo aver effettuato una serie di giri di perlustrazione dell’area interessata, l’equipaggio ha intercettato l’auto in questione. 

Il conducente del mezzo, alla vista dei carabinieri, ha spento i fari e si è dato alla fuga imboccando strade di campagna secondarie, anguste e sterrate. I carabinieri hanno tallonato l’auto per un paio di chilometri, fino a quando nono sono stati lanciati dai finestrini 40 chiodi a tre punte costruiti artigianalmente che hanno provocato al foratura dei pneumatici anteriori del veicolo militare.

Le modalità con cui è stato commesso il furto sono da accertare. Si presume che il veicolo sia stato caricato a bordo di un secondo mezzo. I carabinieri stanno verificando l’eventuale presenza di telecamere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento