menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Laurenzio Dragos

Laurenzio Dragos

Inseguimento con i carabinieri dopo il furto di rame: arrestati due rumeni

BRINDISI – Avevano appena rubato rame, tentando poi di farla franca fuggendo con l'auto. Ma sono stati notati dai carabinieri, ne è nato un lungo inseguimento, e alla fine la loro corsa è finita nei pressi del cosiddetto “incrocio della morte”, con la loro auto che è andata a sbattere contro un muretto a secco.

BRINDISI - Avevano appena rubato rame, tentando poi di farla franca fuggendo con l'auto. Ma sono stati notati dai carabinieri, ne è nato un lungo inseguimento, e alla fine la loro corsa è finita nei pressi del cosiddetto "incrocio della morte", con la loro auto che è andata a sbattere contro un muretto a secco.

Sono stati così arrestati due rumeni domiciliati ad Acquaviva delle Fonti (Bari): Cristian Ion Casian, di 41 anni, e Laurenzio Dragos, di 23, la notte scorsa avevano rubato 200 metri di cavi di rame - assieme ad altri attrezzi - appartenenti ad un'azienda di San Vito che si occupa di manutenzione strade.

Una pattuglia di carabinieri di San Vito, che li aveva notati a bordo della loro auto con targa straniera, aveva cercato di fermarli ma i romeni non si sono fermati all'alt. Ne è scaturito così un lungo inseguimento, che si è interrotto solo a Brindisi, quando l'auto dei due è andata a finire contro un muretto a secco posizionato ai margini della rotatoria dell'incrocio della morte. Dalla perquisizione sulla vettura, è stato possibile rilevare che i due portassero con sé 200 metri di cavi in rame per l'alta tensione, del peso di circa 350 chili, e quattro cesoie di precisione. I due romeni, infine, sono stati accompagnati nel carcere di Brindisi.

E a Fasano, precisamente nella frazione di Pezze di Greco, i carabinieri hanno recuperato 400 metri di cavo in rame, tagliato poco prima da una dorsale elettrica che alimentava il sistema di irrigazione di un'azienda agricola del luogo. Anche in questo caso, la refurtiva è stata riconsegnata al legittimo proprietario, mentre si indaga per risalire ai responsabili del furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Mama Park e GolosOasi: la famiglia Dellomonaco vi aspetta

  • social

    Mesagne, “Il forno di Erasmo” sulla guida Gambero Rosso

  • social

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento