rotate-mobile
Cronaca

Inseguimento e denunce in pieno centro

BRINDISI – Si è concluso con due denunce l'inseguimento tra una pattuglia delle Volanti di Brindisi e uno scooter Scarabeo di colore blu che nel pomeriggio di oggi ha seminato apprensione tra frequentatori del centro urbano.

BRINDISI ? Si è concluso con due denunce l'inseguimento tra una pattuglia delle Volanti di Brindisi e uno scooter Scarabeo di colore blu che nel pomeriggio di oggi ha seminato apprensione tra frequentatori del centro urbano. Il motociclo inseguito dai poliziotti, infatti, per evitare di essere preso, ha imboccato tutte le strade contromano, compreso via Conserva, completamente interdetta al traffico.

L'inseguimento è iniziato in piazza Cairoli e si è concluso nei pressi di via Lata. I due giovani a bordo dello Scarabeo sono stati denunciati uno, incensurato, 21 anni, F.M. per resistenza in concorso a pubblico ufficiale e fornitura di indicazioni false e l'altro, un 20enne già noto, A.B., per resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e guida senza patente. Nella sua abitazione i poliziotti hanno trovato motori di barche di varie marche.

Poco dopo le 16,30 di oggi presso la sala operativa della Questura è giunta una telefonata che segnalava la presenza di uno Scarabeo di colore blu con due individui a bordo che guardavano nelle auto in sosta. Sul posto si è recata una pattuglia della Sezione volanti della questura di Brindisi, da quel momento in poi è iniziato un lungo e pericoloso inseguimento.

Lo scooter si è fermato solo perchè il guidatore ha impattato contro un marciapiede finendo per terra. Uno dei due giovani che erano a bordo, il passeggero, è stato bloccato subito da uno dei poliziotti che li inseguiva, l'altro si è dato alla fuga ma è stato preso poco dopo. Durante l'inseguimento a piedi un poliziotto ha esploso un colpo di pistola in aria.

Il primo giovane che è stato fermato, per due volte ha fornito indicazioni false sul suo domicilio, vive insieme alla sua compagna, a casa sua i poliziotti non hanno trovato nulla. A casa del conducente dello Scarabeo, che oltre tutto si era messo alla guida senza patente, invece, sono stati trovati motori di barche di varie marche e altro materiale di dubbia provenienza.

Il giovane avrebbe spiegato che si trattava di oggetti trovati per strada e in spiaggia dal fratello operatore ecologico. Una giustificazione a cui i poliziotti non hanno creduto, per lui, quindi la denuncia per ricettazione.

 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento e denunce in pieno centro

BrindisiReport è in caricamento