menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inseguimento dopo furto in tabaccheria di Gallipoli: tre arresti

Gli arrestati sono un 34enne e un 26enne di Brindisi e un 27enne di Surbo. Denunciato un 30enne di Mesagne

BRINDISI – Si è concluso con l’arresto di tre persone e la denuncia di un quarto individuo, l’inseguimento tra un’auto sospetta e i poliziotti di Brindisi e Lecce, ingaggiato nella notte tra mercoledì e ieri, giovedì 4 aprile, dopo un furto in una tabaccheria di Gallipoli, Lecce. Gli arrestati sono: Giuseppe De Pascalis 34 anni di Brindisi, Luca de Santis 27 anni di Surbo, Le e Christian Ferrari 26 anni di Brindisi. Sono accusati di furto aggravato, ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Un 30enne di Mesagne, R.L. è stato denunciato a piede libero per ricettazione ma sul suo conto ci sono indagini per accertare se è coinvolto anche nel furto.

Nel corso della stessa attività sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro: 80 pacchetti di sigarette (parte della refurtiva), 1 passamontagna e 2 auto provento di furto (Fiat Punto  rubata a Mesagne ad ottobre 2018 e  Bmv rubata a Taranto  ad aprile del 2018) ambedue con targhe apposte appartenenti ad altro veicolo.     

arresto dopo inseguimento1-2

Tutto è cominciato intorno alle 2.30 della notte tra mercoledì e giovedì scorsi quando una banda di malviventi ha perpetrato un furto in una tabaccheria di Gallipoli, dopo aver messo fuori uso la telecamera di sorveglianza esterna mediante un “piede di porco”. La banda è fuggita a bordo di una Bmw sw di colore scuro. Diramate immediatamente le ricerche a tutte le pattuglie in servizio l’auto è stata individuata sulla strada statale 613 che viaggiava in direzione Brindisi. Gli agenti della Polizia stradale di Lecce e Brindisi hanno ingaggiato un inseguimento.

Il veicolo dopo essere stato perso di vista è stato individuato sul litorale nei pressi di un’abitazione: era parcheggiato accanto a una Fiat Punto, si ritiene si tratti del luogo in cui i soggetti coinvolti nel furto si erano dati appuntamento per la spartizione del bottino.

Inseguimento dopo furto in tabaccheria a Gallipoli

Alla vista dei poliziotti gli occupanti dei due veicoli, due per parte, hanno tentato di fuggire. Entrambi i veicoli hanno impattato con le auto della polizia ma, mentre gli occupanti della Fiat Punto, De Pascalis e De Santis, sono stati fermati, gli altri due si sono dileguati lungo via di Punta Penne.

Nel frattempo, in seguito a perlustrazione del territorio, è stata localizzata nuovamente la Bmw: era stata data alle fiamme, in agro del comune di San Donaci, all’interno di un appezzamento di terreno, sito lungo la strada provinciale 51, per Oria. Da un controllo presso l’ospedale Perrino è emerso che intorno alle 7 due soggetti, Ferrari e R.L., si erano recati al Pronto soccorso con ustioni alle mani e al volto. Entrambi erano stati ricoverati.

arresto dopo inseguimento2-2

Dalla visione delle riprese video delle telecamere di sorveglianza installate presso la tabaccheria i poliziotti sono risaliti alla identificazione di tre dei quattro malviventi. Ferrari, De Santis e De Pasquale sono stati rinchiusi nel carcere di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento