Cronaca

Banda dell'Audi in fuga sulla superstrada: inseguimento e incidente

Inseguimento da Lecce a Tuturano. I poliziotti arrestano il conducente e denunciano un passeggero. Altre due persone ricercate. Sequestrati arnesi da scasso

BRINDISI – Intercettata alle porte di Lecce, è stata bloccata nei pressi dello svincolo per Tuturano, al termine di un inseguimento culminato in un incidente. Sono stati trovati diversi arnesi da scasso e un navigatore satellitare “Tom-Tom” a bordo di un’Audi A3 di colore nero già segnalata in zone colpite da furti in appartamento, individuata ieri sera (venerdì 28 maggio) dalla polizia, sulla strada statale 613 che collega Brindisi a Lecce. A bordo della vettura si trovavano quattro individui. Il 46enne Domenico Lucchesi, di Bari,alla guida dell'Audi, è stato arrestato. Il 54enne A.B., sempre di Bari, è stato denunciato a piede libero. Altri due passeggeri sono fuggiti attraverso le campagne brindisine. I due indagati devono rispondere dei reati di resistenza a pubblico ufficiale, detenzione di arnesi atti allo scasso, lesioni e omissione di soccorso.

Foto-21-5

L’inseguimento ha avuto inizio poco dopo le 19, quando un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, mentre percorreva la superstrada (direzione Lecce) ha intimato l’alt (con palette e dispositivi sia acustici che luminosi) al conducente dell'Audi. Questi, però, ha pigiato il piede sull’acceleratore.  Durante l’inseguimento, poi protrattosi verso la carreggiata direzione Brindisi, i banditi hanno più volte tentato, fortunatamente senza riuscirci, di speronare i poliziotti. Una volta arrivati all’altezza dello svincolo per Tuturano, i fuggitivi hanno lasciato la superstrada, ma non hanno potuto evitare l’impatto con un furgone a bordo del quale si trovavano tre persone. Nel frattempo si erano recati sul posto, in ausilio del Reparto prevenzione crimine, anche i colleghi della questura di Brindisi. Il 54enne A.B. è stato subito bloccato. Lucchesi ha cercato inutilmente di nascondersi fra i rovi. Gli altri due complici sono tuttora ricercati. Le persone a bordo del furgone, due uomini e una donna, sono state soccorse dal personale del 118 e dai vigili del fuoco. La donna è stata condotta presso il Pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi. Fortunatamente non versa in gravi condizioni. 

Nel corso della perquisizione effettuata dagli agenti all’interno dell’Audi A3 e precisamente all’interno del cofano posteriore, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro i seguenti arnesi atti allo scasso: un sollevatore idraulico a carrello in metallo con portata di 2 tonnellate; un flessibile; tre dischi per flessibile; una prolunga di circa 10 metri; una corda di circa 8 metri con ad una estremità inserito un moschettone in acciaio; un nastro isolante; un piede di porco di circa 45 cm; un piede di porco di circa 30 cm; due cacciaviti a taglio di circa 40 cm.; un cacciavite a taglio di circa 30 cm; un cacciavite a croce di circa 18 cm; tre walkytalkie; un navigatore satellitare marca Tom Tom Lucchesi al momento dell’arresto calzava ancora un paio di guanti. Inoltre è stato trovato in possesso di un borsello in cui è stata rinvenuta una torcia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda dell'Audi in fuga sulla superstrada: inseguimento e incidente

BrindisiReport è in caricamento