menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intossicazione da monossido di carbonio: paura per una bimba

Si sono vissuti momenti di grande apprensione per una bambina di 10 anni affetta da un’intossicazione da monossido di carbonio. La piccola è stata trasportata presso l’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana. Da lì, su richiesta dei medici del Pronto soccorso del nosocomio brindisino, è stata subito trasferito verso l’ospedale militare di Taranto

FRANCAVILLA FONTANA – Si sono vissuti momenti di grande apprensione per una bambina di 10 anni affetta da un’intossicazione da monossido di carbonio. La piccola è stata trasportata presso l’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana. Da lì, su richiesta dei medici del Pronto soccorso del nosocomio brindisino, è stata subito trasferito verso l’ospedale militare di Taranto, dove è stata sottoposta  trattamento Oti (Ossigeno terapia iperbarica) di emergenza in camera iperbarica. Lo rende noto il comando Marina Sud.

E pensare che presso l’ospedale Perrino c’è una camera iperbarica incartata da anni. Se questa fosse stata in funzione, non sarebbe stato necessario scomodare l’autorità militare.

L'intervento è stato eseguito da personale sanitario del Centro ospedaliero militare in collaborazione con il medico civile referente della Asl di Taranto. 
Al termine del trattamento, la paziente è stata trasportata all'ospedale Santissima Annunziata per il prosieguo delle cure, con l'indicazione di effettuare ulteriori sedute di Ossigeno terapia di consolidamento.
.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento