menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Invasione di api in città e provincia: "Chiamare la Polizia locale"

Il centralino dei vigili del fuoco oggi (domenica 28 aprile) sembra impazzito per le continue richieste sulla presenza di sciami di api o alveari

BRINDISI – Il centralino dei vigili del fuoco oggi (domenica 28 aprile) sembra impazzito per le continue richieste sulla presenza di sciami di api o alveari nei giardini pubblici e privati, su terrazzi, balconi o per strada. Ma i pompieri quando si tratta di api (diverso è se si parla di vespe) nulla possono fare per risolvere il problema a meno che non si tratta di situazioni eccezionali che mettono a rischio la salute pubblica. Le api sono insetti preziosi per l’ecosistema e quindi protetti, di conseguenza non possono essere distrutti. La risposta alla richiesta di aiuto agli uomini del 115, pertanto, è sempre la stessa: rivolgersi alla Polizia locale.

La procedura, infatti, vuole che si contatti il centralino della Polizia locale che a sua volta richiede l’intervento di un apicoltore. I casi eccezionali per cui possono intervenire i vigili del fuoco si riferiscono ad alveari di grosse dimensioni o a sciami o nidi vicini a un disabile che non può allontanarsi autonomamente o se ancora si trovano in luoghi sensibili come ospedali, chiese, scuole, asili o aree pubbliche superaffollate. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento