Cronaca Carovigno

Investito da un'auto sulla strada provinciale: perde la vita un giovane migrante

L'impatto con l'auto non gli ha lasciato scampo. Un ragazzo di 28 anni originario del Mali (Africa) ha perso la vita nel pomeriggio di oggi sulla strada provinciale 81 (ex strada statale 16), fra San Vito dei Normanni e Carovigno, a seguito dello scontro con una Seat Ibiza condotta da una persona di San Vito dei Normanni di 68 anni. Lo straniero era in sella alla sua bici

SAN VITO DEI NORMANNI  - L’impatto con l’auto non gli ha lasciato scampo. Un ragazzo di 28 anni originario del Mali (Africa) ha perso la vita nel pomeriggio di oggi (13 giugno) sulla strada provinciale 81 (ex strada statale 16), fra San Vito dei Normanni e Carovigno, a seguito dello scontro con una Seat Ibiza condotta da una persona di San Vito dei Normanni di 68 anni. Lo straniero era in sella alla sua bici. Si trovava nei pressi della struttura Green Carden, al cui interno vengono ospitati decine di migranti, a pochi chilometri da Carovigno.

L’investimento è avvenuto intorno alle ore 15. Lo stesso automobilista ha subito chiesto l’intervento dei soccorritori. Ma quando personale del 118 è giunto sul posto a bordo di un’ambulanza, il cuore del malese si era già fermato. I rilievi del caso sono stati effettuati da una pattuglia di agenti della polizia stradale, supportata da un equipaggio di carabinieri per la gestione della viabilità.  

Non è ancora chiaro quale fosse la località di residenza del migrante.Da quanto accertato dalle forze dell'ordine, non era ospitato presso il Green Garden, nonostante la vicinanza fra il centro di accoglienza e il luogo dell’investimento.

La dinamica dei fatti è ancora in fase d’accertamento. L’automobilista è stato sottoposto all’alcol test, il cui esito è stato negativo. Si propende quindi per l’ipotesi di una tragica fatalità, in un tratto di strada rettilineo. La salma del 28enne si trova adesso presso l’obitorio di Carovigno.

Era uno dei tanti giovani che quotidianamente si riversano in Italia nella speranza di un futuro migliore, lontano dalla fame e dalle guerre, sobbarcandosi traversate in mare massacranti (in alcuni casi, purtroppo, mortali). La sua vita si è spezzata  sull’asfalto, lontano decine di migliaia di chilometri dai suoi cari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investito da un'auto sulla strada provinciale: perde la vita un giovane migrante

BrindisiReport è in caricamento