Cronaca

Terremoto in Italia centrale: partiti i vigili del fuoco di Brindisi

Sette pompieri del comando provinciale di Brindisi sono stati inviati verso le zone comprese fra Umbria e Marche devastate dalle ultime scosse

BRINDISI – Come già accaduto in occasione del terremoto di Amatrice dello scorso 24 agosto, una squadra di vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi è stata inviata verso i luoghi dell’Italia centrale devastati la scorsa settimana, fra il 25 e il 30 ottobre, da altre due violente scosse sismiche, seguite da centinaia di scosse di assestamento.

Sono sette i pompieri brindisini partiti a mezzanotte alla volta di Ascoli Piceno. Da lì verranno smistati verso una delle zone dell’epicentro, fra l’Umbria e le Marche, dove daranno il cambio a un’altra squadra di colleghi.

Centinaia di pompieri stanno operando sul posto per mettere in sicurezza gli edifici pericolanti, liberare le arterie invase dai detriti e prestare assistenza alle decine di migliaia di sfollati, costretti a trascorrere le freddi notti appenniniche fra tende e roulotte. In occasione del sisma di agosto, i vigili del fuoco brindisino contribuirono a rendere agibile un tratto della strada Salaria, nei pressi di Arquata del Tronto, invaso dalle macerie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Italia centrale: partiti i vigili del fuoco di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento