rotate-mobile
Cronaca Fasano

Ires truccata, sequestrati due capannoni

FASANO – Ha emesso fatture false con lo scopo di diminuire i ricavi e versare meno imposte all'Erario, e finisce nei guai una società di Fasano che opera nel settore di forniture industriali. I militari della compagnia della Guardia di Finanza di Fasano, al comando del tenente Biagio Palmieri, hanno sequestrato due capannoni del valore complessivo di 570mila euro e denunciato il legale rappresentante della società.

FASANO - Ha emesso fatture false con lo scopo di diminuire i ricavi e versare meno imposte all'Erario, e finisce nei guai una società di Fasano che opera nel settore di forniture industriali. I militari della compagnia della Guardia di Finanza di Fasano, al comando del tenente Biagio Palmieri, hanno sequestrato due capannoni del valore complessivo di 570mila euro e denunciato il legale rappresentante della società.

L'evasione riscontrata dalle fiamme gialle riguarda l'omesso versamento dell'Ires (Imposta sul reddito delle società, ex Irpeg) nel periodo 2005-2008. Con lo scopo di ottenere detrazioni sui costi di impresa la società finita nel mirino dei finanzieri avrebbe emesso fatture per operazioni inesistenti.

L'importo dell'evasione ammonta a 570mila euro, trattandosi di una somma superiore ai 50mila il reato è diventato di natura penale e così come prevede la legge le fiamme gialle hanno provveduto al sequestro preventivo per equivalente di due capannoni del valore patrimoniale corrispondente a quello della frode accertata, avendo, la società in questione, i conti correnti completamente a secco.

I due immobili a cui sono stati posti i sigilli non riguardano l'apparato di produzione, al momento quindi la società finita nei guai non ha subito blocchi dell'attività lavorativa.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ires truccata, sequestrati due capannoni

BrindisiReport è in caricamento