Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Cercano di sbarazzarsi della droga ma i carabinieri irrompono

Finiscono in carcere due fratelli di Mesagne al termine di una perquisizione dei carabinieri del Nucleo radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni al comando del maresciallo Francesco Bavia, che hanno dovuto forzare la porta d'ingresso dell'abitazione dei sospettati, per impedirne la fuga e la distruzione della sostanza stupefacente

La droga sequestrata ai fratelli Sanfedino, e, sotto, i due arrestati

MESAGNE – Finiscono in carcere due fratelli di Mesagne al termine di una perquisizione dei carabinieri del Nucleo radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni al comando del maresciallo Francesco Bavia, che hanno dovuto forzare la porta d’ingresso dell’abitazione dei sospettati, per impedirne la fuga e la distruzione della sostanza stupefacente che vi era custodita. Si tratta di Angelo e Michael Sanfedino, di 37 e 25 anni. I due avevano nascosto la droga in camera da letto, in tutto circa 320 grammi di hascisc.

SANFEDINO Angelo, classe 1979-2SANFEDINO Michael, classe 1992-2La sostanza stupefacente era suddivisa in 40 stecche da 5,5 grammi ognuna, pronte alla vendita, mentre un panetto da cento grammi doveva essere ancora suddiviso e confezionato in dosi. Tutto era custodito in un mobile della stanza da letto. Ma non è stato facile per i militari del Nucleo radiomobile di San Vito dei Normanni concludere il servizio, che era stato preceduto da una accurata raccolta di informazioni ed elementi indiziari, tali da conferire la certezza che la base dello spaccio fosse l’abitazione dei due, in via Canova.

Il blitz è cominciato attorno alle 15 di venerdì, quando Michael Sanfedino è stato fermato per un controllo proprio nei pressi del suo domicilio. Intuendo che la presenza dei carabinieri non era affatto casuale, il giovane si dava alla fuga e si barricava in casa. A quel punto era necessario agire immediatamente. I carabinieri hanno forzato la porta d’ingresso, mentre Sanfedino cercava di avvertire il fratello Angelo, affinché si sbarazzasse dell’hascisc.  Ma tutto è stato inutile.

I carabinieri sono stati più veloci, bloccandolo e recuperando il panetto da cento grammi, per poi passare alla perquisizione che ha condotto alla scoperta delle 40 stecche già pronte per lo spaccio. I due Sanfedino su decisione del pm di turno della Procura di Brindisi hanno tratto in arresto e condotto in carcere a Brindisi entrambi i fratelli. Sul giro di spaccio a Mesagne le indagini dell’Arma continuano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cercano di sbarazzarsi della droga ma i carabinieri irrompono

BrindisiReport è in caricamento