menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz nella villetta: marijuana lanciata oltre il muro, un arresto

Un blitz della Squadra Mobile in una villetta sulla litoranea nord di Brindisi, a Betlemme, nel primo pomeriggio di lunedì 3 aprile ha condotto al recupero di cinque chili di marijuana e all'arresto di una persona nota alla polizia, il 49enne Cosimo Curto

BRINDISI – Un blitz della Squadra Mobile in una villetta sulla litoranea nord di Brindisi, a Betlemme, nel primo pomeriggio di lunedì 3 aprile ha condotto al recupero di cinque chili di marijuana e all’arresto di una persona nota alla polizia, il 49enne Cosimo Curto, trovato nella casa durante l’irruzione. Gli investigatori diretti dal vicequestore Antonio Sfameni sono riusciti ad evitare che i pacchi di droga venissero sottratti al sequestro, penetrando rapidamente nel perimetro della villetta malgrado cancelli chiusi e muri di cinta.

La droga sequestrata a Curto 3-2

Infatti, espletate le procedure previste per farsi aprire la porta, e non ricevuto alcun riscontro, i poliziotti con alla testa l'ispettore superiore Cosimo Pizza si erano comunque resi contro che nella casa c’erano movimenti. Non si poteva perdere altro tempo, per evitare che eventuali partite di stupefacenti venissero occultate o distrutte prima della inevitabile perquisizione. Alcuni investigatori hanno scalato allora il muro, rendendosi conto che di fatto qualcuno aveva lanciato oltre la cinta alcuni grossi involucri.

Droga sequestrata a Cosimo Curto-2

All’interno del perimetro della villetta c’era Cosimo Curto, già noto alla polizia. La perquisizione della casa e delle sue pertinenze ha condotto gli operatori della Mobile in un garage dove è stato trovato il materiale che viene impiegato per il confezionamento della droga in dosi oppure in sacchetti della capacità di qualche decina di grammi: nastro adesivo, forbici, contenitori di cellophane, un coltello intriso di sostanza verdastra o comunque scura, come fosse stato usato, con ogni probabilità, per tagliare o tritare la marijuana, una bilancia da cucina. C’era anche una macchina per il confezionamento sottovuoto delle buste di marijuana.

Curto Cosimo-2Le confezioni di droga recuperate sono sei: quattro pacchi ancora sigillati e nastrati per renderli impermeabili, e due sacchetti di cellophane, sempre contenenti marijuana, sostanza certamente contrabbandata via mare dalle organizzazioni criminose albanesi, che tuttavia utilizzano da tempo anche scafisti brindisini. Curto, su decisione del magistrato di turno alla procura, è stato assegnato agli arresti domiciliari. Le indagini, dopo la scoperta di lunedì pomeriggio, proseguono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento