Cronaca

Ispezione del Nas e del Comune alla mensa della scuola Don Milani

Dopo i giorni delle polemiche sul servizio di mensa scolastica a Brindisi, arriva il giorno del Nas, il nucleo dei carabinieri che si occupa dei problemi della sanità e delle sofisticazioni alimentari. Ispezione congiunta, in queste ore, al plesso Don Milani di scuola primaria, dove in un piatto sono comparse le famose parti di un millepiedi

BRINDISI - Dopo i giorni delle polemiche sul servizio di mensa scolastica a Brindisi, arriva il giorno del Nas, il nucleo dei carabinieri che si occupa dei problemi della sanità e delle sofisticazioni alimentari. Ispezione congiunta, in queste ore, al plesso Don Milani di scuola primaria, dove in un piatto sono comparse le famose parti di un millepiedi. Assieme ai carabinieri del Nas, ci sono l'assessore comunale Maria Greco, la dirigente scolastica Elvira D'Alò e tecnici comunali, per una valutazione della idoneità delle strutture dei locali adibiti a mensa, e personale della Asl.

Ispezione del Nas alla mensa scolastica di Brindisi

C'è anche, ovviamente, Luciana Barbuto, la responsabile della Markas a Brindisi. Il tam tam della mamme ha funzionato anche questa volta, e il sopralluogo non è passato inosservato, assieme alla notizia che due inservienti sono state sospese cautelativamente dal servizio su decisione dell'azienda, in attesa che si faccia maggiore chiarezza sulla vicenda. Particolare non secondario, che nel pomeriggio è stato confermato dall'azienda, secondo la quale le inservienti addette alla somministrazione dei pasti si sarebbero dovute accorgere della presenza di un corpo estraneo.

Verme mensa scuola Don Milani 2-2

La Markas, inoltre, sostiene che "a seguito delle approfondite verifiche effettuate si sta facendo largo l’ipotesi di 'sabotaggio'"

L'azienda ad ogni modo "intende rassicurare le famiglie dei bambini coinvolti e le istituzioni sul fatto che l’azienda sta adottando tutte le misure necessarie affinché si possa far luce al più presto sull’episodio, assicurando la regolare prosecuzione del servizio". Markas, in ogni caso, "ha ribadito la propria intenzione di collaborare strettamente con il Comune per chiarire quanto accaduto e si riserva, all’esito delle analisi sul corpo estraneo ritrovato, di valutare le eventuali azioni da intraprendere successivamente".

Ieri intanto l’Asl ha effettuato un controllo presso il centro cottura gestito da Markas, dal quale sono partiti i pasti che ora sono oggetto di verifiche. Come afferma il Direttore di Produzione Food Markas Armin Boschetto, il controllo ha confermato il rispetto dei requisiti prescritti dalla normativa vigente, risultando “tutto in regola”. 

In ogni caso, il campione incriminato è stato aperto a mezzogiorno dagli esperti del Nas e della Asl per una prima identificazione. Nas e Asl hanno anche visitato, sempre stamani, il centro di cottura unico sito nel quartiere Perrino, prelevando vari campioni ma anche impartendo alcune prescrizioni, inclusa quella di un intervento di sanificazione. Ma non si tratterebbe di problemi di particolare rilievo, nè di situazioni non risolvibili in breve tempo. Intanto la dirigente scolastica Elvira D'Alò fa sapere che oggi l'attività della mensa scolastica riprenderà a pieno ritmo, superando la situazione di ieri quando numerosi bambini, su decisione dei genitori, a pranzo hanno preferito consumare un panino.

Le foto sono di Salvatore Barbarossa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ispezione del Nas e del Comune alla mensa della scuola Don Milani

BrindisiReport è in caricamento