Capannone preso di mira dai ladri: l'allarme li costringe alla fuga

L'istituto di vigilanza Ivri sventa un furto ai danni di un'attività commerciale nelle campagne di Carovigno. Indagano i carabinieri

CAROVIGNO – Hanno tentato di saccheggiare il capannone di una grossa attività commerciale, ma non hanno fatto i contro con l’allarme collegato alla sala operativa dell’istituto di vigilanza Ivri. E’ andata male a ignoti malfattori che la scorsa notte (mercoledì 5 dicembre) sono entrati in azione in contrada Pizzo Falcone, nelle campagne di Carovigno.

Furto sventato Ivri a Carovigno 2-2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’allarme si è attivato poco dopo la mezzanotte. Sul posto, nel giro di pochi minuti, si è recata una pattuglia dell’istituto di vigilanza. Prima ancora dell’arrivo del vigilane, i ladri si sono dileguati attraverso le campagne. Sul posto anche i carabinieri, che indagano per risalire agli autori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento