rotate-mobile
Cronaca Fasano

Killer a casa di agricoltore: ferito

FASANO – Un agricoltore di Fasano di 52 anni, Giuseppe Potenza, è stato raggiunto intorno alle 21,30 di oggi da tre colpi di arma da fuoco alle gambe e alle braccia. L'uomo era in compagnia della moglie ed era appena rientrato a casa.

FASANO ? Un agricoltore di Fasano di 52 anni, Giuseppe Potenza, è stato raggiunto intorno alle 21,30 di oggi da tre colpi di arma da fuoco alle gambe e alle braccia. L'uomo era in compagnia della moglie ed era appena rientrato a casa, in una villetta sulla strada provinciale per Savelletri, dopo aver trascorso la serata nella località marina.

Il 52enne è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Perrino di Brindisi da un'ambulanza del 118, dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico teso all'estrazione dei proiettili. L'arma utilizzata dai sicari, a quanto pare in due a bordo di una moto, non è ancora stata individuata ma con tutta probabilità si tratta di una pistola a tamburo. Sul posto, infatti, non sono stati trovati bossoli.

Sul luogo del ferimento si sono recati i carabinieri della compagnia di Fasano e lo stesso capitano Gianluca Sirsi, avvisati sia dai sanitari del 118 che da alcune persone che avrebbero udito gli spari. La moglie del fasanese si trova con lui in ospedale, sotto shock.

Secondo le prime ricostruzioni sembrerebbe che i due erano rientrati a casa solo pochi minuti prima dell'agguato, l'agricoltore si è sentito chiamare da qualcuno che era all'esterno della villetta ma quando ha imboccato il cortile per raggiungere il cancello è stato raggiunto da alcuni proiettili, forse tre. A sparare due individui in sella a una moto che si sono dileguati in una manciata di secondi.

Potenza non ha perso conoscenza, sarebbe stato egli stesso ad avvertire la moglie che, seppur in preda al panico, non ha esitato a chiamare l'ambulanza. Le condizioni dell'agricoltore non dovrebbero essere gravi.

Certo è che chi ha sparato avrebbe anche potuto ucciderlo. I proiettili non erano indirizzati solo alle gambe, sparare all'altezza delle braccia significa sfiorare organi vitali. L'agricoltore non ha mai avuto problemi con la giustizia, per i carabinieri non è un volto noto, le indagini con tutta probabilità sono dirette alla sua vita privata.

Al momento in mano agli investigatori ci sono pochissimi elementi, la testimonianza della moglie che però pare abbia visto ben poco e di alcuni vicini. Potenza non è ancora in condizioni di parlare. Del fatto è stato informato il pubblico ministero di turno Milto Stefano De Nozza, la ricostruzione esatta delle circostanze dell'agguato è ancora in fase di ricostruzione.

 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Killer a casa di agricoltore: ferito

BrindisiReport è in caricamento