menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Tribunale di Brindisi

Il Tribunale di Brindisi

L’albero cade e distrugge l’auto, Comune condannato a risarcire i danni

La sentenza: "Colpa dell'Amministrazione". Al proprietario riconosciuti 15mila euro. L'incidente avvenuto in via provinciale per San Vito

BRINDISI – Condannato per “colpa” di un albero caduto: il Comune di Brindisi dovrà versare 15mila euro in favore della proprietaria di una Smart ForFour, a titolo di risarcimento dei danni per aver perso l’utilitaria, praticamente distrutta a causa di quell’albero che ha centrato in pieno la vettura.

La sentenza è del giudice unico del Tribunale di Brindisi, sezione civile, di fronte al quale la donna, residente in città, ha citato l’Amministrazione chiedendo “la condanna dell’Ente al risarcimento dei danni causati all’autovettura di sua proprietà dalla caduta di un albero piantato ai bordi di una strada che ricadeva all’interno del perimetro del centro urbano”.

La strada in questione è via provinciale per San Vito, l’incidente risale al 22 novembre 2008, ma solo di recente è arrivata la pronuncia del giudice il quale – di fatto – riconosce le ragioni della donna, affermando la responsabilità diretta in capo all’Amministrazione cittadina in relazione alle attività di manutenzione sia del verde pubblico che delle strade.

In altri termini, se l’albero è caduto e ha distrutto l’auto, la colpa è da imputarsi all’Ente che avrebbe dovuto procedere con le operazioni necessarie a una corretta manutenzione, usando l’ordinaria diligenza come sostenuto dal legale.

Il giudice, inoltre, ha condannato il Comune al pagamento delle spese di lite e a quelle per la consulenza tecnica d’ufficio, queste ultime pari a 1.1.54 euro e 38 centesimi. A conti fatti, l’Ente ha versato complessivamente la somma di 15.343,92 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

E' Anna Lucia Matarrelli la nuova comandante della polizia locale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento