menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Arma dei carabinieri ricorda il sacrificio del maresciallo Antonio Dimitri

Si è svolta sabato la cerimonia di commemorazione del sottufficiale ucciso durante una rapina in banca a Francavilla Fontana

FRANCAVILLA FONTANA – Si è svolta sabato pomeriggio, a Francavilla Fontana, la cerimonia di commemorazione di Antonio Di Mitri, maresciallo ordinario dell’Arma dei carabinieri, medaglia d’oro al valor militare, ucciso a 33 anni il 14 luglio del 2000, durante una rapina ai danni della Banca Commerciale di viale Lilla, a Francavilla.

Hanno preso parte all’evento il procuratore generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Lecce, Antonio Maruccia, il vescovo della maresciallo Antonio Dimitri-2diocesi di Oria,  monsignor Vincenzo Pisanello, il vice prefetto Gerardo Quaranta, in rappresentanza del prefetto di Brindisi, il sostituto procuratore della Repubblica, Giovanni Marino, in rappresentanza del Procuratore della Repubblica del capoluogo, nonché il comandante Provinciale dei vigili del fuoco, ingegnere Antonio Panaro, e con la partecipazione di altre autorità civili e militari della provincia. 

Presenti anche i genitori del decorato, il signor Florenzo (appuntato dei carabinieri in congedo) e la signora Lucia, rappresentanze delle sezioni della provincia dell’Associazione nazionale carabinieri (colleghi non più in servizio, la maggior parte in pensione) e un folto numero di cittadini. 

Nel corso della commemorazione è stata data lettura della motivazione della medaglia d’oro al valor militare, resi gli onori ai caduti e deposta una corona di alloro nei pressi della targa commemorativa già presente sul luogo dell’eccidio, benedetta da monsignor Pisanello. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento