rotate-mobile
Cronaca Ostuni

L’intero condominio scroccava energia elettrica: nei guai quattro fratelli

OSTUNI – Allacci abusivi nella palazzina “di famiglia”. Quattro fratelli avrebbero consumato illecitamente la corrente e così sono stati denunciati per furto aggravato di energia elettrica. A scoprire la frode sono stati i militari della Compagnia della Guardia di finanza di Ostuni, coordinati dal capitano Antonio Martina, nell’ambito di specifici controlli tesi ad accertare nella Città bianca eventuali allacci abusivi alla rete elettrica. Nel mirino dei baschi verdi una palazzina situata nel cuore della zona 167 di Ostuni: i militari hanno appurato, unitamente a tecnici dell’Enel, che i quattro fratelli avevano manomesso in maniera assai rudimentale e molto rischiosa i contatori esterni dei rispettivi appartamenti, al fine di impedire la misurazione dell’energia consumata.

OSTUNI - Allacci abusivi nella palazzina "di famiglia". Quattro fratelli avrebbero consumato illecitamente la corrente e così sono stati denunciati per furto aggravato di energia elettrica. A scoprire la frode sono stati i militari della Compagnia della Guardia di finanza di Ostuni, coordinati dal capitano Antonio Martina, nell'ambito di specifici controlli tesi ad accertare nella Città bianca eventuali allacci abusivi alla rete elettrica. Nel mirino dei baschi verdi una palazzina situata nel cuore della zona 167 di Ostuni: i militari hanno appurato, unitamente a tecnici dell'Enel, che i quattro fratelli avevano manomesso in maniera assai rudimentale e molto rischiosa i contatori esterni dei rispettivi appartamenti, al fine di impedire la misurazione dell'energia consumata.

All'interno del condominio finito nella rete della finanza, l'unico contatore in regola sarebbe risultato quello dell'anziano genitore dei quattro indagati. In particolare, i militari hanno constatato che il misuratore dei consumi di energia elettrica istallato all'esterno della palazzina dove risiedono i quattro fratelli era stato palesemente isolato dai cavi dell'alta tensione, tranciati in maniera tale da rappresentare anche un rischio per gli altri abitanti. Un eventuale corto circuito avrebbe infatti potuto causare un incendio tale da mettere in pericolo l'incolumità dei residenti dell'intero edificio.

I contatori danneggiati sono stati sottoposti a sequestro. Ulteriori indagini sono in corso da parte della finanza per accertare la titolarità dei contratti di fornitura elettrica e la regolarità degli stessi, nonché il possesso da parte dei quattro indagati dei certificati di abitabilità degli appartamenti oggetto degli allacci abusivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’intero condominio scroccava energia elettrica: nei guai quattro fratelli

BrindisiReport è in caricamento