Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

La Capitaneria sequestra novellame e ricci, e anche il gazebo di un ristorante

Il gazebo di un ristorante delle Sciabiche è stato sequestrato stamani dai militari della Capitaneria di porto, nell'ambito di un servizio che ha portato anche alla denuncia di una persona che commercializzava "novellame di sardina", volgarmente chiamato "bianchetto", e a due multe inflitte ad altrettanti commercianti che vendevano abusivamente ricci di mare

BRINDISI – Il gazebo di un ristorante delle Sciabiche è stato sequestrato stamani dai militari della Capitaneria di porto, nell’ambito di un servizio che ha portato anche alla denuncia di una persona che commercializzava “novellame di sardina” (Sardina pilchardus), volgarmente chiamato “bianchetto”, e a due multe inflitte ad altrettanti commercianti che vendevano abusivamente ingenti quantitativi di ricci di mare.

Il gazebo, lungo 12 metri e largo 8 metri con pavimentazione in legno e sovrastrutture in metallo con copertura telonata e 23 fiorie, era stato realizzato, ricci sequestrati-3da quanto appurato dalla Capitaneria, senza alcuna concessione e autorizzazione demaniale marittima ed edilizia. Il responsabile dell’opera è stato denunciato.

Per quanto riguarda il novellame di Sardina, gli esemplari messi in vendita dal commerciante denunciato avevano una lunghezza fra 0,8 centimetri e 1 centimetro per esemplare: nettamente inferiore a quella minima consentita, pari a 11 centimetri per esemplare. 

I venditori di ricci, invece, oltre al sequestro e confisca del pescato, hanno subito ancche ammende da 2mila a 12mila euro. 

L’attività è stata effettuata dagli uomini della sezione di Polizia marittima e Difesa costiera della Capitaneria di Porto, diretti e coordinati dal capitano di vascello Mario Valente,  nell’ambito di una serie di controlli volti a contrastare l’illecita commercializzazione di prodotti ittici e la corretta applicazione delle normative nazionali e comunitarie inerenti la filiera ittica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Capitaneria sequestra novellame e ricci, e anche il gazebo di un ristorante

BrindisiReport è in caricamento