Cronaca Ceglie Messapica

"La chiesa della Madonna della Grotta torni pubblica, solo così la salveremo"

Il deputato Nicola Ciracì si fa promotore di un comitato per la riqualificazione della chiesa della Madonna della Grotta, bene monumentale di Ceglie Messapica di grande importanza storica che versa da anni in stato di abbandono. Obiettivo primario del movimento, "che potrebbe chiamarsi S.o.s. Madonna Della Grotta", sarà quello di far far sì che il monumento torni a essere pubblico

CEGLIE MESSAPICA – Il deputato Nicola Ciracì si fa promotore di un comitato per la riqualificazione della chiesa della Madonna della Grotta, bene monumentale di Ceglie Messapica di grande importanza storica che versa da anni in stato di abbandono. Obiettivo primario del movimento, “che potrebbe chiamarsi S.o.s. Madonna Della Grotta”, sarà quello di far tornare il monumento, adesso di proprietà di due stranieri, nella sfera patrimoniale della pubblica amministrazione.

La questione era stata al centro di una interrogazione parlamentare indirizzata dallo stesso Ciracì al sottosegretario del ministero dei Beni e delle Attività culturali, Francesca Barraciu. Dalla risposta del sottosegretario emerge che la chiesa, “uno dei simboli più importanti della storia dell’arte pugliese”, malgrado sia sottoposta a vincolo monumentale con decreto Ministeriale del 3/11/1993, “versa in uno stato di completo abbandono e incuria”.

“Dopo la lettura di tale interrogazione – afferma Ciracì in una nota stampa - ho dato mandato ai miei legali di preparare un esposto da presentare Nicola Ciraci?-2alla competente Procura della Repubblica, convinto che non si possa accettare questa gravissima situazione in maniera inerme con Autorità dello Stato che rimangono impassibili e contravvengono a precisi articoli del Codice dei Beni Culturali.”

A detta di Ciracì sono incomprensibili “le ragioni per le quali viene escluso un intervento da parte della Soprintendenza, con eventuale azione di rivalsa verso i proprietari o non si immagini neanche lontanamente di creare un tavolo tra MiBact, Soprintendenza, proprietari, Comune di Ceglie Messapica e Curia Vescovile di Oria, al fine di cercare una soluzione per l’acquisizione del bene da parte del pubblico”.

E dunque il deputato invita “l’intera comunità cegliese a fare fronte comune e costituire un comitato per l’acquisizione di tale monumento che potrebbe chiamarsi S.O.S Madonna della Grotta e pertanto chiedo ai blogger di Ceglie, agli storici locali, ad iniziare dal professor Scatigna Minghetti e Michele Ciracì, all’Associazione Borgo Antico, all’Università della Terza Età, alle altre associazioni, a tutti i rappresentanti istituzionali, oltre a tutti i cittadini che hanno a cuore le proprie radici, di incontrarsi presso la sede dell’Associazione Amici del Borgo Antico sita in Piazza Vecchia 25, venerdì 2 ottobre alle ore 16.30”.

Intanto su iniziativa di Ciracì e del senatore Mario Mauro si è costituito l’intergruppo parlamentare “TFA Tirocinio Formativo Abilitante” a cui hanno aderito i parlamentari Ascani, Bignami, Bocchino, Bruno Bossio, Cimbro, D’Adda, Distaso, Gotor, Latronico, Liuzzi, Manassero, Mandelli, Marzano, Marin, Mauro, Palmieri, Puppato.

“Lo stesso  - spiega Ciracì - si costituirà formalmente giovedì 1 ottobre presso la Sala Aldo Moro di Montecitorio alle ore 9.00”.

“Nella giornata di ieri  - si legge in un comunicato - il senatore Mario Mauro e l’onorevole Nicola Ciracì hanno avuto un primo incontro con il Ministro dell’Istruzione, dell’Univeristà e della Ricerca Stefania Giannini, al fine di rappresentare le motivazioni che hanno portato alla nascita dell’intergruppo a sostegno degli abilitati Tfa”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La chiesa della Madonna della Grotta torni pubblica, solo così la salveremo"

BrindisiReport è in caricamento