rotate-mobile
Cronaca

La Digos saluta il suo vice

BRINDISI – Se ne va in pensione , anzi, lo è già dal 30 settembre, un altro poliziotto di lungo corso della questura di Brindisi, il sostituto commissario Alfonso Galasso, numero due della Digos.

BRINDISI - Se ne va in pensione , anzi, lo è già dal 30 settembre, un altro poliziotto di lungo corso della questura di Brindisi, il sostituto commissario Alfonso Galasso, numero due della Digos (diretta dal vicequestore Vincenzo Zingaro). Galasso oggi viene festeggiato dai colleghi delle varie divisioni, mentre se la vedrà a parte con i compagni di lavoro di tutti i giorni in una apposita circostanza. Galasso, di Francavilla Fontana, ha trascorso nella Polizia di Stato quasi 36 anni, dei quali 23 a Brindisi. E quasi tutto il suo lungo periodo di servizio è targato Digos, prima a Cosenza, poi dal 1990 a Brindisi.

Persona discreta e gentile, temperamento tranquillo, lascia un buon ricordo di sé. In 36 anni, e soprattutto in quelli di lavoro a Brindisi, ha visto passare molta acqua sotto i ponti, e con essa tante "personalità" - come vengono definiti nelle comunicazioni di servizio i soggetti importanti da scortare, politici o altro - ai vari livelli della loro parabola.

Nel suo ufficio, che ora passerà ad altri, Alfonso Galasso teneva in mostra una foto che lo ritrae con l'allora presidente della Camera dei Deputati, Giorgio Napolitano, che di strada ne ha fatta eccome. Forse non è casuale l'esibizione della foto di quell'episodio che le vede accanto al due volte Presidente della Repubblica italiana: molto probabilmente a Galasso piace il carattere di "Re Giorgio". Mai sopra le righe, ma fermo.

 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Digos saluta il suo vice

BrindisiReport è in caricamento