rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Carovigno

La ex caserma diventa centro estivo

TORRE S.SABINA - Utilizzata sino all'inizio degli anni Settanta, poi chiusa per 40 anni, la ex caserma della Guardia di Finanza dovrebbe essere riportata presto a nuova vita. Non più come presidio costiero, ma come centro estivo riservato sempre alle "fiamme gialle". Spesa prevista per la ristrutturazione, attorno ai 200mila euro.

TORRE S.SABINA - Utilizzata sino all'inizio degli anni Settanta, poi chiusa per 40 anni, la ex caserma della Guardia di Finanza dovrebbe essere riportata presto a nuova vita. Non più come presidio costiero, ma come centro estivo riservato sempre alle "fiamme gialle". Spesa prevista per la ristrutturazione, attorno ai 200mila euro.

I primi interventi sono in corso, sembra che dalla struttura saranno ricavati tre appartamenti più i servizi. Il luogo è ideale, a venti metri dalla scogliera e a due passi dal cuore della borgata marina di Carovigno, la piazzetta della antica torre aragonese (proprietà privata e a sua volta restaurata anni addietro).

Si riteneva che anche questo immobile potesse andare all'asta come altri beni demaniali, ma tale opzione è stata ritirata per scegliere quella - invece - della trasformazione della ex caserma in un miniresidence a disposizione della stessa Guardia di Finanza, dopo che a Carovigno da più parti ne era stata chiesta l'acquisizione al patrimonio comunale per scopi sociali.

La piccola caserma della Guardia di Finanza a S.Sabina è stata operativa, come si diceva, sino ad una quarantina di anni fa. I più anziani ricorderanno certo anche la pattuglia a piedi composta da due militari che tutte le sere percorreva la costa da S.Sabina sino a Pennagrossa o Torre Guaceto. Poi la lotta al contrabbando è diventata un'altra cosa, è cambiato l'assetto delle "fiamme gialle" nel Brindisino e quel presidio a S.Sabina fu chiuso.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ex caserma diventa centro estivo

BrindisiReport è in caricamento