menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Salvatore Barbarossa

Foto di Salvatore Barbarossa

Gis carabinieri e Finanza abbordano un cargo sospetto al largo di Brindisi 

Le unità navali delle Fiamme gialle e il Gis dei carabinieri hanno intercettato la nave cargo Costanza all'alba di oggi (martedì 11 dicembre) nell'ambito di una indagine nazionale dell'Arma su dei traffici illeciti

BRINDISI – La nave cargo Costanza, battente bandiera panamense, è stata abbordata al largo del porto di Brindisi dai Carabinieri, con il supporto delle unità navali della Guardia di Finanza. L’operazione è scattata all’alba di oggi (martedì 11 dicembre). La nave, da quanto appreso, lunga 235 metri per 43 metri di larghezza, è partita da Puerto Bolivar (Colombia) il 22 novembre ed era diretta a Brindisi. Trasportava un carico di carbone. 

Nave Costanza nel porto di Brindisi, i carabinieri sul posto-2

A bordo della nave sono saliti i reparti speciali del Gis (Gruppo di intervento speciale) e del Ros dei Carabinieri, oltre ai militari del Nucleo investigativo del comando provinciale di Brindisi, con l'ausilio delle motovedetta del Roan della Guardia di Finanza, nell’ambito di una indagine nazionale dei carabinieri. Da parte delle forze dell'ordine c’è assoluto riserbo sull’operazione.

I controlli, complicati dalle avverse condizioni meteorologiche, sono tuttora in corso. Intorno a mezzogiorno, la nave è entrata nel porto di Brindisi. Ha attraccato presso la banchina "Testata Enel" di Costa Morena. La nave ha già toccato il porto di Brindisi il 18 agosto e l’11 ottobre 2018. Il 5 settembre e il 25 ottobre è stata a Gibilterra. Lo scorso 26 ottobre è approdata a Porto Marghera, porto industriale di Venezia. 

carabinieri nave Costanza 2-2

Le attivitá investigative

Malgrado lo stretto riserbo, si intuisce che le attività degli investigatori dell'Arma sono tese ad individuare il possibile nascondiglio di un carico di merce illegale destinato ad una organizzazione criminoso italiana o europea, forse cocaina o armi. Una bulk carrier (portarinfuse) delle dimensioni della Costanza, peraltro con le enormi stive colme di carbone, non è facilmente esplorabile. 

La nave viene controllata anche sotto la superficie da un nucleo di sommozzatori dei carabinieri, alla ricerca di possibili accessi dalla carena a vani clandestini ricavati nella zona delle sentine. L'operazione viene coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce. 

Le forze in campo

Il Ros, il Reparto operazioni speciali, costituisce l'intelligence più avanzata dell'Arma dei Carabinieri ed è presente anche a livello territoriale. La sua missione è la lotta alle mafie e alle grandi consorterie criminoso italiane o estere se le loro attività toccano anche il nostro Paese. 

Come già detto, l'operazione che in queste ore ha al centro il cargo Costanza nasce da una indagine probabilmente transnazionale del Ros. Solo nel momento in cui la fase più delicata sará compiuta se ne potrá sapere di piú. 

Il Gruppo di Intervento Speciale (Gis.) è stato istituito il 6 febbraio 1978, in piena emergenza terrorismo, per idea, impulso e direttiva dell'allora Ministro dell'Interno, Francesco Cossiga, che aveva visitato numerosi Paesi europei al fine di acquisire un'approfondita conoscenza dei rispettivi reparti speciali.

Carabinieri Gis nave Costanza-2

L'evolversi, in quel periodo, di fenomeni terroristici e di forme di disturbo dell'ordine pubblico richiese la costituzione di un'apposita unità per l'impiego in operazioni speciali anti-terrorismo e anti-guerriglia, con carabinieri tratti dall'allora Battaglione Carabinieri Paracadutisti "Tuscania" perché particolarmente addestrati ad intervenire nelle situazioni più rischiose anche in presenza d'ostaggi.

carabinieri nave Costanza 3-2

Di stanza a Livorno, il Gis, dipende per l'impiego dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri ed è inquadrato nella 2^ Brigata Mobile. Attualmente fornisce anche un supporto altamente qualificato ai reparti territoriali in occasione d' importanti operazioni di polizia. Ancora oggi, tutti gli operatori del Gis provengono dal I Reggimento Carabinieri Paracadutisti "Tuscania" e sono volontari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento