rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca

La nuova authority propone: giovani artisti per ridare fascino a via del Mare

Ha una buona idea, il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, il quale non si limita a mediare il conflitto nato tra la ormai ex Autorità Portuale di Brindisi e il Comune capoluogo, ma avanza una proposta molto interessante

BRINDISI – Ha una buona idea, il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, il quale non si limita a mediare il conflitto nato tra la ormai ex Autorità Portuale di Brindisi e il Comune capoluogo, ma avanza una proposta molto interessante. Traghettare via del Mare, che percorre una sponda del Seno di levante del porto interno, dalle brutture delle opere di security già installate ad un vero e proprio percorso culturale e artistico.

recinzione via del mare-2

E lancia la proposta, già formulata al sindaco Angela Carluccio:  “Bandire un concorso di idee rivolto ai giovani per rendere via Del Mare, una delle principali arterie che conducono nel cuore della città di Brindisi, attrattiva e peculiare. Un progetto volto a caratterizzare la costruenda delimitazione di security portuale, attraverso installazioni luminose e pannelli luminosi artistici”.

luci d'artista salerno-2

L’intenzione è quella di mettere alla prova i giovani creativi della città, e il modello indicato da Patroni Griffi è quello dell’ormai famosa rassegna annuale che si svolge nella zona del porto di Salerno, “Luci d’Artista”: “L’iniziativa prevede la realizzazione di istallazioni luminose sul modello Salerno che già richiamano nella città campana migliaia di visitatori. Vere e proprie opere d’arte, insomma, costituite da led, neon e pannelli che vadano a completare e amalgamare quel  processo di integrazione e di interconnessione tra la città e il suo water-front”, fa sapere il presidente dell’Adsp che governa da alcune settimane i porti di bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli.

luci d'artista salerno 2-2-2

“La mia idea è quella di realizzare in via Del Mare una mostra permanente di pannelli luminosi artistici”. Spiega ancora Ugo Patroni Griffi, e questa sarebbe la differenza di fondo con la manifestazione che anima il porto campano. “Istallazioni che rendano maggiormente attrattiva l’area portuale, arricchendo il già vasto patrimonio storico, artistico, architettonico e culturale di cui Brindisi è dotata. L’antico che si fonde con il moderno e con l’innovazione: un connubio di indiscutibile valore e fascino, a beneficio non solo dei brindisini ma anche dei numerosi crocieristi che visiteranno la città.”

luci-artista-salerno-2

Nella sua nota, il presidente dell’Adsp sottolinea ancora che saranno “i giovani brindisini i veri protagonisti del progetto, chiamati a esprimere la loro arte e la loro creatività, avendo la possibilità di recitare un ruolo socialmente attivo di proposta e di compartecipazione sulle scelte di sviluppo della loro città”. A questo punto non resta che attendere reazioni di sostegno a questa proposta, da una città dove tante sono state le voci critiche alle opere di security (ordine professionale degli architetti, ad esempio, ma anche le associazioni che si occupano di tutela e valorizzazione dei beni culturali e paesaggisti), e dove non mancano talenti all’altezza della sfida, insegnamenti scolastici specializzati inclusi. (Nella gallery fotografica proponiamo alcune immagini della rassegna Luci d’Artista di Salerno)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova authority propone: giovani artisti per ridare fascino a via del Mare

BrindisiReport è in caricamento