Cronaca

Sanitàservice e Cup: per le internalizzazioni spesa aggiuntiva di 6,3 milioni

Sono trascorsi poco meno di due mesi da quando, dopo lo scandalo appalti, una nuova dirigenza si è insediata negli uffici cittadini dell'Azienda Sanitaria Locale. Sono bastati esattamente 50 giorni per riuscire a sbloccare problematiche, come il piano di assunzioni ed il processo di internalizzazione, che da anni rappresentavano vere e propri spine nel fianco per l'Asl

BRINDISI - Sono trascorsi poco meno di due mesi da quando, dopo lo scandalo appalti, una nuova dirigenza si è insediata negli uffici cittadini dell’Azienda Sanitaria Locale. Sono bastati esattamente 50 giorni per riuscire a sbloccare problematiche, come il piano di assunzioni ed il processo di internalizzazione, che da anni rappresentavano vere e propri spine nel fianco per l’Asl.

Un traguardo importante che, grazie all’intesa della nuova direzione generale, porterà a nuove assunzioni e ad un riassetto dei vari servizi aziendali. Traguardi resi noti questa mattina durante la conferenza indetta dal nuovo dirigente generale e dal suo management. “Stiamo trovando soluzioni a criticità che possiamo definire storiche - dichiara il dottor Giuseppe Pasqualone, nominato il 13 gennaio scorso commissario straordinario per la società in house Sanitaservice Asl Br srl - queste misure porteranno un significativo aumento di lavoro in tutta la provincia”.

Misure importanti come i 260 posti di lavoro che riguarderanno il servizio di pulizia e 20 assunzioni che andranno a migliorare il Cup, Centro Unico di Prenotazione, oltre ad intervenire sul personale già impiegato, con un aumento del monte orari settimanale ed una progressione del livello contrattuale da “A” ad “A1” per i dipendenti collocati in questa fascia. Un piano che costerà all’Azienda sanitaria circa 6 milioni di euro per le assunzioni del personale del servizio di pulizia e sanificazione e 320 mila euro per i 20 posti Cup. Più assunzioni quindi, non solo per quanto riguarda l’ospedale “Antonio Perrino”, ma anche per le altre realtà provinciali come Ostuni, Francavilla, San Michele Salentino, Villa Castelli.

Molti saranno gli interventi che interesseranno il già citato ospedale alle porte della città: dall’assunzione di 10 nuovi anestetisti all’introduzione di migliorie per la funzionalità del pronto soccorso. Una di queste partirà a breve con l’inaugurazione di un portale telematico che informerà l’utenza sulle tempistiche degli operatori del pronto soccorso; un’operazione trasparenza che monitorerà più avanti anche l’utilizzo delle sale operatorie. Ciò che stupisce positivamente è il quadro preciso fornito dalla nuova dirigenza, una serie di progetti che a dir loro potranno risolversi nel migliore dei modi in breve tempo, ma che fino a pochi mesi fa sembravano ostacoli insormontabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanitàservice e Cup: per le internalizzazioni spesa aggiuntiva di 6,3 milioni

BrindisiReport è in caricamento