Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

La pista ciclabile come una giungla: avventura in bici fra rifiuti e ratti

Più che una pista ciclabile, quella di Brindisi, specie nel tratto compreso fra i rioni Bozzano e Sant'Angelo, sembra essere una giungla. Come testimoniano le foto, infatti, la stessa, quotidianamente frequentata da ciclisti e pedoni, oggi (mercoledì 26 agosto), appare piuttosto trascurata, abbandonata all'incuria e al degrado. Percorrerla diventa sempre più, un'avventura poco piacevole

BRINDISI - Più che una pista ciclabile, quella di Brindisi, specie nel tratto compreso fra i rioni Bozzano e Sant’Angelo, sembra essere una giungla. Come testimoniano le foto, infatti, la stessa, quotidianamente frequentata da ciclisti e pedoni, oggi (mercoledì 26 agosto), appare piuttosto trascurata, abbandonata all’incuria e al degrado. Percorrerla diventa sempre più, un’avventura poco piacevole, dal momento che sono diversi, tra lucertole e  ratti gli animali che spuntano dalla fitta vegetazione e che è, nauseabondo,  l’odore proveniente da alcuni rifiuti gettati ai margini della strada, dove cumuli di erbacce si sono trasformati in discariche a cielo aperto. 

E’ chiaro ed evidente che la vegetazione necessita di un intervento di potatura notevole. A dimostrazione di ciò, vi sono i canneti sparsi lungo la strada e le frasche da cui, spunta, davvero di tutto. Immersa completamente nel verde tra materiali e animali di ogni tipo, la pista è decisamente La situazione lungo la pista ciclabile-2impraticabile. Una situazione, questa, che, tra l’altro, è fonte di grandi disagi non solo per i fruitori della stessa, ma anche per gli inquilini di alcune palazzine, situate a pochi metri dal ponte che immette nel rione Sant’Elia.

Non è la prima volta che si presenta un problema del genere: già in passato un lettore di BrindisiReport.it aveva scritto al comando della Polizia Municipale chiedendo che venissero potate le siepi nel tratto di pista che da Bozzano arriva al parco del Cillarese. Ciò, non solo per ragioni di decoro urbano, ma soprattutto per la sicurezza degli automobilisti, visto che i rami invadevano parte della carreggiata stradale. Gli addetti ai lavori intervennero nel giro di pochi giorni e oggi, a distanza di tempo, c’è bisogno che lo facciano di nuovo.

E, a tal proposito, dalla Brindisi Multiservizi, contattata dalla nostra redazione, hanno fatto sapere che nelle prossime ore verrà effettuato un sopralluogo per constatare la situazione e valutare se vi sono gli estremi affinché il lavoro di potatura e pulizia possa essere avviato da subito, già a partire da domani, massimo dopodomani. Altrimenti, comunque,  l’intervento in questione è stato programmato per i primi giorni di settembre, quindi dovrebbe essere realizzato intorno alla prossima settimana,  in modo tale che la pista ciclabile possa ritornare alle sue origini. Almeno, questo, è quello che tutti si augurano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pista ciclabile come una giungla: avventura in bici fra rifiuti e ratti

BrindisiReport è in caricamento