Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca San Pietro Vernotico

La Regione stanza più di due milioni per la rete idrica di Villa Castelli

 Due milioni e 100mila euro. E’ la somma che il Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Tutela dell’Ambiente – Sezione Risorse Idriche della Regione Puglia, ha destinato al Comune di Villa Castelli

VILLA CASTELLI - Due milioni e 100mila euro. E’ la somma che il Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Tutela dell’Ambiente – Sezione Risorse Idriche della Regione Puglia, ha destinato al Comune di Villa Castelli per il completamento delle rete idrico-fognante. Di tale finanziamento, 1 milione e 575mila euro risultano in quota regionale, mentre i restanti 525mila euro deriveranno dai proventi della tariffa SII, il Servizio idrico integrato dei comparti in favore del gestore Aqp. Sarà infatti ora l’ente autonomo Acquedotto pugliese ad istruire tutte le procedure indispensabili alla realizzazione dei lavori in questione.

“Grande soddisfazione” per il risultato raggiunto è stata espressa dal sindaco e dal vicesindaco ed assessore ai Lavori Pubblici di Villa Castelli, rispettivamente Vitantonio Caliandro e Pietro Franco. 

“Finalmente – ha sottolineato il primo cittadino di Villa Castelli – potremo completare l’intera area del centro urbano e servire una parte consistente della periferia cittadina. Per quanto concerne le nostre competenze – ha aggiunto Caliandro – abbiamo già provveduto alla nomina del RUP, il responsabile unico di procedimento, che a sua volta indicherà all’Acquedotto pugliese il cronoprogramma dei lavori da realizzare”.

Il sindaco Caliandro tiene infine a rammentare come questo finanziamento sia solo l’ultimo di una lunga serie, andata crescendo negli ultimi due anni. 

“Oltre a quest’ultimo finanziamento – afferma - vorrei ricordare il milione di euro ottenuto per l’adeguamento delle scuole elementari di via Matteotti, adeguamento peraltro già appaltato; 700mila euro per la scuola di piazza Ostillio; 586mila euro del Credito Sportivo per il completamento del Palazzetto dello Sport; un altro milione di euro (700mila provenienti dall’Ambito e 300mila a carico del Comune) per il Centro diurno per la riabilitazione dei disabili, che vedrà rinascere la piscina comunale, per anni abbandonata; i 500 mila euro per lo Sprar, il programma di assistenza ai rifugiati. Per un totale che supera i 10 miliardi di vecchie lire destinati ad opere pubbliche. La nostra soddisfazione – conclude Caliandro – deriva anche da questa constatazione che è – o dovrebbe – essere sotto gli occhi di tutti i cittadini di Villa Castelli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione stanza più di due milioni per la rete idrica di Villa Castelli

BrindisiReport è in caricamento