rotate-mobile
Cronaca

La vendetta di una donna nella Puglia post-unitaria: via alle riprese

Ambientato nel 1860 il film "Il mio corpo vi seppellirà" di Giovanni La Parola. Si girerà anche a Fasano e Torre Guaceto

A partire da oggi, lunedì 14 maggio per 8 settimane fino al 7 luglio in Puglia (Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, Gravina In Puglia, Ginosa, San Marco In Lamis, Altamura, Fasano e Torre Guaceto), sono iniziate le riprese del film “Il mio corpo vi seppellirà” di Giovanni La Parola.  Il film ha come protagonisti Miriam Dalmazio, Filippo Pucillo, Antonia Troppo, Margareth Madè, Rita Bella e Giovanni Calcagno.

La vicenda è ambientata in Sicilia nel 1860, durante il periodo risorgimentale e alla vigilia dell’unificazione italiana. Il lungometraggio racconta la storia di Reginella, una giovane donna, che viene trovata quasi morta, sotto i resti di una baracca bruciata, e della sua vendetta. Ne nasce un western post-unitario con una banda di donne come protagoniste.

Prodotto da Cinemaundici Srl e Ascent Film con Rai Cinema, il film è realizzato con il contributo di Apulia Film Fund della Regione Puglia (350mila euro) e col sostegno di Apulia Film Commission. Per la realizzazione del film, sono state impegnate 30 unità lavorative pugliesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vendetta di una donna nella Puglia post-unitaria: via alle riprese

BrindisiReport è in caricamento