Cronaca

Nel mirino dei ladri di rame anche importante laboratorio di ricerca

Questa volta nel mirino dei ladri di rame è finito un importante laboratorio di Cittadella della Ricerca, quello del Consorzio Optel di cui fanno parte anche alcune società di Finmeccanica. Non è chiaro se i ladri abbiano colpito la sede di Optel solo perchè l'immobile è uno di quelli più vicini al perimetro esterno del comprensorio scientifico tecnologico

BRINDISI - Questa volta nel mirino dei ladri di rame è finito un importante laboratorio di Cittadella della Ricerca, quello del Consorzio Optel di cui fanno parte anche alcune società di Finmeccanica. Non è chiaro se i ladri abbiano colpito la sede di Optel solo perchè l'immobile è uno di quelli più vicini al perimetro esterno del comprensorio scientifico tecnologico, o se fossero perfettamente informati dei materiali che avrebbero potuto razziare. Sembra più probabile la prima ipotesi, ma resta la gravità del fatto che sia stata colpita una realta di ricerca e produzione avanzata di microsistemi e microtecnologie elettroniche che opera per una vasta gamma di settori di impiego dei suoi sensori: dalla security, all'aerospazio, alla radaristica, al biomedicale, ai trasporti e alle tecnologie di comunicazione.

Un laboratorio del Consorzio Optel - CittadellaE' stato il direttore del laboratorio a segnalare nel pomeriggio di ieri alla polizia l'avvenuta intrusione in un locale sotterraneo, dove i ladri erano riusciti ad introdursi forzando una grata, e tagliando quattro tratti di cavo di dieci metri di lunghezza ciascuno, prima di abbandonare il campo. Nei laboratori Optel si svolge anche la produzione di microcomponenti elettroniche in camere sterili, e la nuova sede era stata costruito ed inaugurata solo qualche anno fa. La polizia sta ora esaminando le resistrazioni del sistema di videosorveglianza alla ricerca di particolari utili all'identificazione dei ladri.

I furti non sono mai stati una novità in Cittadella sin dai primi anni di attività del comprensorio, che oggi vive le difficoltà di una realtà di cui quegli enti locali che sino a poco tempo si occupavano con estrema attenzione, investendo risorse e agevolandone lo sviluppo, ora nel concreto non si preoccupano più. Eppure all'interno di Cittadella vivono ancora centri di ricerca importanti come quelli di Enea e Cnr, Consorzio Cetma e Consorzio Optel, e ancora la facoltà di Ingegneria industriale di Unisalento, e la specialistica di Ingegneria aerospaziale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel mirino dei ladri di rame anche importante laboratorio di ricerca

BrindisiReport è in caricamento