menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri in azione con cappello di Babbo Natale: presi dopo inseguimento e incidente

Sono del Brindisino due componenti della banda fermata dagli agenti della Squadra mobile di Lecce la notte scorsa poco dopo un furto con spaccata compiuto in un'azienda di macchinari agricoli sito a Veglie, nel Leccese

BRINDISI – Sono del Brindisino due componenti della banda fermata dagli agenti della Squadra mobile di Lecce la notte scorsa poco dopo un furto con spaccata compiuto in un’azienda di macchinari agricoli sito a Veglie, nel Leccese. Si tratta di Luca De Santis 26 anni originario San Pietro Vernotico e Luigi Tursi nato a Mesagne e residente a Brindisi di 50 anni.

L’altro è Antonio Sansonetti di 33 anni di Lecce. Sono stati fermati dopo un lungo inseguimento con gli agenti della Mobile conclusosi con uno spettacolare incidente a Surbo. L’auto sulla quale viaggiavano, una Fiat Bravo rubata a Santa Rosa a Lecce, è finita sul cancello di una villetta sfondandolo.

La banda era composta da quattro persone, due sono state bloccate subito, altre due sono riuscite a dileguarsi, di queste una terza (De Santis) è stata rintracciata poche ore dopo. Si cerca il quarto. Erano riusciti a impossessarsi di diversi macchinari agricoli, nell’auto sono stati trovati numerosi arnesi da scasso e quattro cappelli di Babbo Natale. La “banda della Bravo” è sospettata di almeno quattro altri colpi simili verificatisi nei giorni scorsi nel Leccese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento