Lanciò tenaglia contro datore di lavoro e gli spappolò la milza: operaio denunciato

I carabinieri della stazione di Torre Santa Susanna hanno denunciato un operaio 28 enne di Erchie per lesioni personali gravi

TORRE SANTA SUSANNA – I carabinieri della stazione di Torre Santa Susanna hanno denunciato un operaio 28 enne di Erchie per lesioni personali gravi. I fatti sono accaduti circa un mese fa quando l’operaio per motivi probabilmente riconducibili al rapporto professionale  instaurato con il proprio datore di lavoro, un 37enne di Torre Santa Susanna titolare di un’impresa edile, gli ha lanciato all’interno del cantiere dove stavano lavorando una tenaglia metallica colpendolo nella regione addominale. La vittima ha fatto ricorso alle cure mediche dell’ospedale di Francavilla Fontana dove è stato riscontrato un grave stato emorragico addominale e sottoposto ad intervento chirurgico per l’asportazione della milza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento