rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

L'Anm: "Bene l'accorpamento delle sedi"

BRINDISI - Chiuso il bienno 2011 – 2013, ci sono altri due anni di lavoro per il sostituto procuratore Milto Stefano De Nozza, riconfermato oggi alla presidenza della sottosezione di Brindisi dell'Anm, l'Associazione nazionale magistrati.

BRINDISI - Chiuso il bienno 2011 - 2013, ci sono altri due anni di lavoro per il sostituto procuratore Milto Stefano De Nozza, riconfermato oggi alla presidenza della sottosezione di Brindisi dell'Anm, l'Associazione nazionale magistrati. E' uno dei pm dell'attentato alla scuola Morvillo Falcone, oltre che il magistrato che ha sostenuto l'accusa in almeno un paio dei principali processi sulla Scu brindisina degli anni Duemila. E' anche un sostituto procuratore della Repubblica familiare ai ragazzi delle scuole, proprio perché li ha seguiti in numerosi progetti per la legalità dai temi piu' svariati.

Conferma anche per il segretario, che è il giudice Vittorio Testi. Squadra che vince non si cambia, insomma, anche fra i magistrati brindisini che proprio questo pomeriggio si sono riuniti per fare il punto: unanime posizione di favore riguardo all'accorpamento presso la sede del tribunale di Brindisi delle sezioni distaccate, procedura avversata, con tanto di ricorsi al Tar promossi da alcuni avvocati e dalle amministrazioni comunali, ma ormai già avviata e probabilmente inevitabile.

I temi affrontati sono numerosi, resta l'impegno di proseguire lungo lo stesso tracciato, per portare avanti i progetti avviati, ad esempio, a Oria e Francavilla Fontana, nelle scuole secondarie, dove prosegue, ormai come appuntamento fisso, il confronto tra liceali e magistrati. Si parla di legalità, in tutte le sue forme e sfaccettature, in un processo di crescita che senza dubbio è duplice e prezioso tanto per chi indossa la toga, quanto per coloro che forse lo faranno domani.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Anm: "Bene l'accorpamento delle sedi"

BrindisiReport è in caricamento